Blocchi stipendiali dei dipendenti pubblici illegittimi: è possibile agire?

Blocchi stipendiali dei dipendenti pubblici illegittimi: è possibile agire?

2452
0
CONDIVIDI

A partire dal 2010, a causa della profonda crisi finanziaria, il legislatore ha disposto che i dipendenti pubblici, rientranti nel regime di contrattazione collettiva, subissero un “congelamento” delle retribuzioni.

blocchi stipendialiIn altri termini, con delle misure di carattere straordinario, ha disposto che il regime retributivo dei dipendenti pubblici non beneficiasse, annualmente, degli adeguamenti previsti per legge. Tale disposizione, introdotta come misura straordinaria per il contenimento della spesa pubblica, ha però prodotto effetti duraturi. Ciò ha indotto la Corte Costituzionale a sancirne l’illegittimità costituzionale.

Alla luce della pronuncia della Consulta, pertanto, sarà possibile per i dipendenti pubblici ottenere ristoro dal pregiudizio patito, ovvero recuperare le somme non percepite.

Nello specifico sarà possibile agire per chiedere un indennizzo (pari a circa 100 euro mensili) per le retribuzioni maturate dal 2010 fino al 30 luglio 2015. Questo perché, fino alla pubblicazione della sentenza della Corte Costituzionale, il pregiudizio patito dai dipendenti pubblici, va inquadrato giuridicamente tra i danni da attività legittima.

Per le retribuzioni percepite dal 30 luglio 2015 in poi, invece, sarà possibile agire per ottenere un risarcimento (pari a circa 200 euro mensili), per tutti gli stipendi erogati dalla pubblicazione della Sentenza della Corte Costituzionale. Un risarcimento che dovrà essere erogato fino a quando i contratti collettivi nazionali non saranno rinnovati e, come disposto dalla Corte costituzionale, verrà eliminato il blocco agli adeguamenti stipendiali.

Per avere maggiori informazioni in merito e ricevere una consulenza gratuita scrivi una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

ATTENZIONE! PROCEDURA PER NON PERDERE AGGIORNAMENTI IMPORTANTI DELLA PAGINA FACEBOOK

Facebook ha cambiato il sistema che mostra i contenuti. Serve da parte vostra un piccolo accorgimento, altrimenti vedrete meno contenuti dalla pagina facebook.

Se volete continuare a ricevere i nostri aggiornamenti e sapere sempre per primi cosa sta succedendo, dovrete andare nella pagina Avv. Francesco Leone e dopo aver cliccato su “Pagina seguita” scegliete l’opzione “Mostra per primi”, come vedete nell’immagine qui sotto.

facebookPROCEDURA PER CHI CI SEGUE DA MOBILE. Dopo aver cliccato su “Segui Già” scegliete l’opzione “Mostra per primi”, come vedete nell’immagine qui sotto.

facebook

CONDIVIDI
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO


7 + 6 =