Concorso 559 allievi agenti di PS, vittoria al Tar: in 350 riammessi...

Concorso 559 allievi agenti di PS, vittoria al Tar: in 350 riammessi alle prove successive  

10766
0
CONDIVIDI

Era stato ribattezzato il “concorso truffa” o “concorso miracoloso” e oggi, dopo una lunga e travagliata battaglia, i giudici hanno messo la parola fine al caos che aveva coinvolto il concorso per 559 Allievi agenti di Polizia di Stato, e dato giustizia ai candidati inizialmente rimasti fuori.

Il concorso, già una volta annullato per compra-vendita della banca dati da cui attingere per le prove scritte, era stato ribandito e, ancora una volta, era stata utilizzata la medesima banca dati. Inoltre, le schede risposte consegnate ai candidati riportavano nome e cognome, in violazione del principio dell’anonimato della prova che deve essere garantito in tutti i concorsi pubblici. Per questi motivi, il nostro studio legale aveva predisposto centinaia di ricorsi.

Oggi per chi ha creduto di aver subito un torto e ha avuto la tenacia di continuare la battaglia legale, è arrivata la buona notizia: ricorso vinto e concorso riaperto.

I circa 350 ricorrenti che, inizialmente non avevano superato la prova scritta – effettuata in violazione dell’anonimato e con una banca dati del tutto illegittima – adesso saranno convocati per effettuare le prove fisiche.

L’importanza di garantire il rispetto delle regole, portata avanti dallo studio legale, è stata riconosciuta anche dai giudici del Tar del Lazio che, a conclusione della decisione adottata hanno con forza ammonito l’amministrazione che ha bandito il concorso affermando precisamente che “la decisione che precede avrà, come ulteriore effetto conformativo, l’onere per l’amministrazione di ripensare, per il futuro, le modalità con le quali espletare le diverse selezioni concorsuali che periodicamente bandisce, individuando forme di somministrazione dei test di prova che siano scrupolosamente rispettose del principio dell’anonimato, onde evitare, per il futuro, di incorrere in consistenti contenziosi, quale quello che ha interessato la procedura per cui è causa, e conseguenti inevitabili pronunce di accoglimento dei ricorsi, le cui pesanti ricadute sulle casse erariali sono facilmente intuibili”.

Un insegnamento frutto del lavoro del nostro team di avvocati che si impone quale precedente storico per la tutela dei diritti.

Per segnalare violazioni dell’anonimato in concorsi pubblici e per avere una consulenza gratuita invia una mail a info@avvocatoleone.com o compila il form “Raccontaci il tuo caso“.

Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletterRiceverai, direttamente nella tua casella newsletterdi posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora.

CONDIVIDI
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO


1 + 3 =