Concorso Scuola 2018 una speranza per le categorie degli esclusi

Concorso Scuola 2018 una speranza per le categorie degli esclusi

9558
0
CONDIVIDI

BANDO CONCORSO SCUOLA AGEVOLATO 2018 PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE N. 14 DEL 16/02/2018. CONFERMATE LE CATEGORIE DEGLI ESCLUSI

Ieri è stato pubblicato il bando per l’accesso alla procedura agevolata del Concorso Scuola 2018, riservato ai docenti, anche di ruolo, abilitati su specifica classe di concorso o specializzati su sostegno, per la scuola secondaria. (Leggi il nostro approfondimento)

Purtroppo, però, malgrado la diffida tempestivamente notificata dal nostro studio, il MIUR ha continuato ad escludere dalla partecipazione al medesimo svariate categorie di docenti, determinando per gli stessi l’impossibilità di accedere alla procedura agevolata di accesso al ruolo. (Iscriviti al nostro Gruppo Facebook e resta aggiornato!)

 In particolare, come abbiamo già avuto modo di specificare nelle precedenti settimane, restano illegittimamente esclusi dalla procedura concorsuale le seguenti categorie di docenti:

 ·      Dottori di ricerca;

·      Specializzati;

·      Diplomati AFAM vecchio e nuovo ordinamento;

·      Docenti che hanno conseguito il titolo di accesso ad una classe di concorso e che non hanno mai avuto attivato il relativo TFA;

·      Docenti afferenti alle classi di concorso istituite per la prima volta con la Tabella A del DPR N. 19 DEL 14/02/2016, ovvero le classi di concorso A035 – A036 – A053-A055-A059-A063-A064-A065;

·      Docenti abilitati all’estero dopo il 31/05/2017;

·      Laureati ISEF;

·      Docenti afferenti alla classe di concorso A066;

·      Docenti con 180 giorni di servizio all’anno, per un periodo di almeno 3 anni, prestato nelle scuole statali, paritarie e centri di formazione professionale;

·      Docenti di ruolo in altra classe di concorso;

·      ITP non inseriti in II fascia;

·      ITP inseriti in II fascia dopo il 31/05/2017;

 

Ebbene, alla luce delle disposizioni contenute nel bando di concorso, possiamo oggi confermare che il Ministero ha agito in violazione di diverse disposizioni di legge ed operato svariate discriminazioni illegittime ed inaccettabili.

 

Particolare sgomento ha causato a tal riguardo la situazione degli ITP, i quali sono ammessi a partecipare solo se inseriti in II fascia delle graduatorie di istituto, e solo se inseriti entro il 31/05/2017. Pertanto, in virtù di tale disposizione, gli ITP che hanno ottenuto un provvedimento cautelare (o anche definitivo positivo) che ha disposto la condanna del MIUR al loro inserimento nella seconda fascia delle graduatorie di istituto o nelle GAE  per il triennio 2017-2020, resteranno illegittimamente per tale ragione comunque esclusi dal concorso.

 Altrettanto inaccettabile appare poi appaiono le limitazioni temporali previste in riferimento ai docenti abilitati all’estero, i quali, devono avere conseguito il titolo entro il 31/05/2017, anche se specializzati su sostegno, in maniera discriminatoria e dunque ingiusta rispetto ai docenti specializzati in Italia, i quali potranno partecipare al concorso anche nel caso in cui terminino il proprio percorso entro il 30/06/2018.

Contro queste ingiustizie il nostro Studio Legale propone un’azione dinnanzi al Tar del Lazio per consentire la partecipazione al Concorso delle suddette categorie di persone. Per maggiori informazioni e per scaricare i moduli di adesione clicca qui

Il nostro studio legale ti offre assistenza gratuita durante tutto l’iter, centralino dedicato, area riservata con aggiornamenti in tempo reale, dirette online con possibilità di colloquiare con gli avvocati e livechat su Facebook.

Per rimanere aggiornato iscriviti al nostro gruppo Facebook Concorso docenti 2018

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

CONDIVIDI
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO


5 + 1 =