Home Approfondimenti Giuridici Annullamento d’ufficio di un titolo edilizio: possibile solo se motivato

Annullamento d’ufficio di un titolo edilizio: possibile solo se motivato

titolo edilizioL’annullamento d’ufficio di un titolo edilizio, dichiarato illegittimo in un secondo momento, è possibile anche dopo molti anni, ma solo se è adeguatamente motivato. In altre parole, la revoca può avvenire se sopraggiunge un interesse pubblico ‘concreto e attuale’, tenuto comunque conto degli interessi dei privati coinvolti. A stabilirlo i giudici del Consiglio di Stato che aggiungono anche che tale annullamento diventa illegittimo  se il Comune non ha fornito adeguate motivazioni e contemplato la possibilità di annullare soltanto parzialmente i titoli edilizi rilasciati, per garantire il minore sacrificio possibile al privato.

Per procedere con un annullamento d’ufficio dei titoli edilizi sè necessario che vi sia  un’originaria illegittimità del provvedimento, o un sopraggiunto interesse pubblico concreto e attuale che preveda la rimozione del titolo (ad esempio una concessione edilizia), tenuto conto anche delle posizioni giuridiche soggettive dei destinatari.

L’interesse pubblico, infatti, prevale rispetto a quello dei privati, e l’Amministrazione è tenuta a tenerne conto, soprattutto se riguarda la tutela del territorio, ma non può esimersi dal motivare l’atto.

Per maggiori informazioni invia una mail a info@leonefell.com

newsletter

Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletterRiceverai, direttamente nella tua casella di posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


9 + 4 =