Home Medicina Generale Bandi Regionali Medicina Generale: l’analisi completa dei singoli provvedimenti

Bandi Regionali Medicina Generale: l’analisi completa dei singoli provvedimenti

bandi regionali medicina generaleNei giorni scorsi abbiamo ribadito e sottolineato come i Bandi Regionali Medicina Generale fino ad ora pubblicati escludano dalla partecipazione al prossimo concorso tutti i neo laureati di Marzo 2016 (ma anche coloro che si sono laureati in novembre/dicembre 2015).

Bandi Regionali Medicina Generale: i requisiti obbligatori

Ancora una volta, infatti, tra i requisiti obbligatori (quei requisiti indispensabili ai fini della presentazione della domanda), è previsto il “possesso dell’abilitazione all’esercizio professionale in Italia”, da conseguire prima della data di presentazione della domanda di partecipazione.

Di particolare evidenza risulta il punto 3. dell’art. 2 (comune a quasi tutti i bandi) avendo riguardo ai requisiti di ammissione. In tale articolo, infatti, viene stabilito che i requisiti di ammissione (abilitazione e iscrizione all’albo) devono essere già posseduti dal candidato alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda, mentre “L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione alla selezione, fermo restando l’obbligo di regolarizzare il requisito descritto al punto 2, lettera c), prima della data di inizio del corso”.

Sostanzialmente l’amministrazione dimostra di sapere dare tutela a coloro che hanno conseguito l’abilitazione in altri paesi europei (ove i criteri di conseguimento dell’abilitazione sono diversi dal nostro), garantendo l’accesso alla selezione, e riservando ai candidati la possibilità di produrre il certificato d’iscrizione all’albo prima della data di inizio del corso, ma non fornisce la medesima tutela ai neo laureandi che conseguiranno l’abilitazione (e quindi la relativa iscrizione all’albo) mesi prima dell’effettuazione del concorso.

Bandi Regionali Medicina Generale: focus sui singoli bandi

Nel dettaglio forniamo un focus sui singoli bandi regionali, per evidenziare la comune illegittimità dell’esclusione al concorso in Medicina Generale.

  • Abruzzo: deliberazione n. 160 del 10 marzo 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c) – art. 3;
  • Basilicata: D.G.R. n° 242 del 16 marzo 2016, pubblicata sul B.U.R. Basilicata n° 13 del 1 aprile 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Calabria: D.G.R. n° 3170 del 25 marzo 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Campania: Decreto Dirigenziale n. 30 del 25 marzo 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Emilia-Romagna: delibera di Giunta regionale n. 340 pubblicata sul B.U.R Emilia Romagna n. 86 del 30 marzo 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Friuli Venezia Giulia: B.U.R. n. 10 del 9 marzo 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Lazio: Determina n. G03568, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 30 del 14 aprile 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Liguria: Deliberazione della Giunta regionale n. 194 dell’11.03.2016, pubblicata sul B.U.R. n° 13 del 30 marzo 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Lombardia: Decreto dirigente struttura 22 marzo 2016 – n. 2086 pubblicata sul B.U.R. Lombardia del 30 marzo 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Marche: Deliberazione n. 313 del 05 aprile 2016 pubblicata sul B.U.R. Marche n° 47 del 21 aprile 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Molise: determinazione del direttore generale per la salute n. 47 del 14 marzo 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Piemonte: determinazione n. 121 del 3 marzo 2016 – art. 2, punto 2, lett. b) e lett. c);
  • Puglia: deliberazione della giunta regionale n. 465 del 15 aprile 2016 – art. 2, punto 1, lett. c) e lett. d);
  • Sardegna: Determinazione n. 173 del 09 marzo 2016 pubblicata sul B.U.R. Sardegna n. 15 del 31 marzo 2016 – art. 2, punto 1, lett. c) e lett. d);
  • Sicilia: Decreto n°3 del 30 marzo 2016 pubblicato sul B.U.R. Sicilia n. 5 del 29 aprile 2016 – art. 2, punto 1, lett. c) e lett. d);
  • Toscana: Decreto n. 1634 dell’8 aprile 2016 pubblicato sul B.U.R. Toscana n. 15 del 13 aprile 2016 – art. 2, punto 1, lett. c) e lett. d);
  • Umbria: Determinazione dirigenziale n. 2776 del 12 aprile 2016 pubblicato sul B.U.R. Umbria n. 18 del 26 aprile 2016 – art. 2, punto 1, lett. c) e lett. d);
  • Valle d’Aosta: deliberazione della Giunta regionale n. 211 del 19 febbraio 2016 – art. 2, punto 1, lett. c) e lett. d);
  • Veneto: D.G.R. n. 459 del 19 aprile 2016 – art. 2, punto 1, lett. c) e lett. d);

Bandi Regionali Medicina Generale: l’azione dello studio Leone

In virtù di ciò, lo studio sta predisponendo un’azione legale (collettiva e individuale) volta a permettere l’accesso al concorso a coloro i quali conseguiranno l’abilitazione il prossimo luglio.

La data di scadenza per aderire è stata fissata in giorno 3 giugno, nonostante il concorso sia a settembre. Questa data si è resa necessaria poiché l’atto da impugnare è il singolo bando regionale che, a norma di legge, può essere impugnato entro 60 giorni o entro 120 giorni dalla sua pubblicazione.

Bandi Regionali Medicina Generale: INOLTRO DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

Per quanto riguarda la possibilità di inoltrare la domanda di partecipazione al Concorso si segnala che presumibilmente essa sarà rifiutata in quanto carente del requisito dell’abilitazione alla professione, mentre inoltrarla indicando l’abilitazione significherebbe effettuare una dichiarazione mendace.

La richiesta di partecipazione al Concorso, pertanto, verrà indicata nel ricorso stesso.

Dopo lo svolgimento delle prove e la pubblicazione delle relative graduatorie sarà possibile proporre un ulteriore ricorso, qualora si sia ottenuto un punteggio utile per l’accesso al corso di formazione specifica in una delle Regioni “non scelte” dal candidato.

Chiunque volesse contattarci per chiarimenti o semplici informazioni può farlo compilando l’apposito form della sezione “Raccontaci il tuo caso”.

Per aderire e scaricare i moduli di adesione a medicina generale clicca qui 

Per restare aggiornati, entrate sul Gruppo Facebook di Medicina Generale.

Articolo a cura dell’Avv. Giuseppe Saeli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


3 + 8 =