Home attualità e cronaca Blocco Rivalutazioni Pensioni: come chiedere il rimborso

Blocco Rivalutazioni Pensioni: come chiedere il rimborso

aaaafornero

INFORMAZIONI UTILI PER LA COMPILAZIONE DELL’ISTANZA DI RICOSTITUZIONE DELLA PENSIONE E DEL RIMBORSO DEGLI ARRETRATI

Con la pronuncia della Corte Costituzionale (Sentenza n. 70/2015) la rivalutazione prevista dall’art. 34, comma 1, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, bloccata dalla Legge Fornero per gli anni 2012-2013, riprenderebbe a produrre effetti.

Tuttavia, su detta pronuncia è intervenuto il Governo che, con il Decreto Legge n. 65 del 2015, ha limitato il diritto alla rivalutazione delle pensioni. Più precisamente, il Decreto ha stabilito diverse misure di rimborso e, in alcuni casi, l’ha addirittura escluso.

Tale previsione, a nostro avviso, è illegittima e incostituzionale.

Per riaffermare il diritto all’adeguamento Istat della vostra pensione e, al contempo, chiedere il rimborso degli arretrati il nostro studio ha predisposto un’istanza all’INPS per la ricostituzione della pensione e del rimborso degli arretrati a seguito di intervenuta abrogazione dell’art. 24, comma 25 del D.L. del 6.12.2011 n. 201 (convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della L. del 22.12.2011 n. 2014), con Sentenza della Corte Costituzionale n. 70/2015 dei 10.03-30.04.2015 – Pubblicata in G.U. 06.05.2015 n. 18.

Al fine di fornire a tutti quanti un esempio della lesione prodotta dal recente intervento del Governo, di seguito si riporta la tabella della rivalutazione spettante per effetto della Sentenza della Corte Costituzionale, nonché quella spettante ai sensi del D.L. 65/2015.

RIVALUTAZIONE SPETTANTE AI SENSI DELLA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE

– 100% di adeguamento per la fascia di importo non superiore sulla pensione non superiore ad €. 1.405,05 (tre volte il trattamento minimo INPS);
– 90% di adeguamento per la fascia di importo compresa tra €. 1.405,05 e fino ad €. 2.341,75 (tra tre e cinque volte il trattamento minimo INPS);
– 75% per a fascia di importo superiore ad €. 2.341,75 (superiore a cinque volte il trattamento minimo INPS).

RIVALUTAZIONE SPETTANTE AI SENSI DEL D.L. 65/2015

– 100% per le pensioni complessivamente pari o inferiori ad €. 1.405,05;
– 40% per le pensioni complessivamente superiori ad €. 1.405,05 e pari o inferiori ad €. 1.873,40;
– 20% per le pensioni complessivamente superiori ad €. 1.873,40 e pari o inferiori ad €. 2.341,75;
– 10% per le pensioni complessivamente superiori ad €. 2.341,75 e pari o inferiori ad €. 2.810,10;
– 0% per le pensioni complessivamente superiori ad €. 2.810,10.

 

Al fine di aderire alla nostra azione gratuita SCARICA L’ISTANZA CLICCANDO QUI

DOCUMENTI DA ALLEGARE:

– documento di riconoscimento e codice fiscale del richiedente;

– modello RED personale e del coniuge anni di imposta 2012-2013-2014 SCARICA MODELLO RED (fonte: www.inps.it)

34 COMMENTI

  1. Illustre avv. Francesco LEONE,
    in merito al suo articolo pubblicato in internet, Le rappre-
    sento ciò di seguito:

    1.- di avere presentata ad I.N.P.S. di Caltanissetta, istanza di rimborso, giusta pronunzia di sentenza citata;
    2.- di avere ricevuta risposta da Ente citato, ove riferisce che non sussiste un dispositivo attuativo, che non ha disposto il Governo la copertura finanziaria.
    Ls saluto cordialmente.

    Rosario D’ANGELO

    (rec. tel. 0934.1900134 – mobile: 338.2298997)

    • Egregio Sig. D’Angelo,
      si precisa che l’istanza deve essere presentata all’INPS, in quanto costituisce condizione di procedibilità al fine di una eventuale azione giudiziale per la dichiarazione di incostituzionalità del D.L. 65/2015.
      Cordialità

  2. salve, chiedo invio modulo per la richiesta di ricostituzione della pensione e di rimborso degli arretrati per intervenuta abrogazione dell art.24.co,25 del d.l.n.201/2011.
    modulo senza intestazione avvocati etc
    Grazie
    cinzia F.

    • Gentile Signora Foschini,
      Sono spiacente, ma il modulo senza intestazione degli avvocati di questo studio non potrà essere a Lei inviato, in quanto si tratta di una iniziativa dello stesso.
      Cordialità
      Avv. Francesco Leone

  3. Buongiorno Avvocato, sono Aurelio Di Leo di Messina , percepisco una pensione INPS di 1841 Euro dall’INPS di Messina. Visto che mi trovo a Messina ,per fare il ricorso per detta pensione ,posso rivolgermi a lei?Vorrei chiedere ,a quanto ammonta la sua parcella,per detto ricorso?

    • Egregio Sig. Di Leo,
      al momento questo studio legale sta predisponendo la presentazione dell’istanza all’INPS gratuitamente presso qualunque sede di Italia. Ciò in quanto costituisce condizione di procedibilità per una eventuale azione giudiziale.
      In caso di diniego da parte dell’INPS, ovvero in caso di mancata risposta entro i termini di legge, lo studio valuterà la proposizione di un ricorso (presso le sedi giudiziarie competenti in tutta Italia) per far dichiarare incostituzionale il D.L. 65/2015.
      Cordialità
      Avv. Francesco Leone

  4. Egregio Avvocato,

    per me che percepisco una pensione lorda di € 989,83 – esistono i requisiti per la presentazione dell’istanza all’INPS? preciso che sono un ex INPDAP.
    Grazie per la sua collaborazione, attendo risposta.
    Cordiali saluti
    Antonio Viannei
    Lecce
    338.444.10.15

    • Egregio Sig. Viannei,
      considerato che la sua pensione lorda di €. 989,83 non subisce alcuna limitazione circa la rivalutazione prevista dal D.L. 65/2015, allo stato non sussiste il requisito per una eventuale richiesta in tal senso.
      Cordialità
      Avv. Francesco Leone

  5. Egr. Avvocato Leone
    Percepisco una pensione (ex INPDAP) di Euro 1491,70 lorde. ho diritto al rimborso e a quanto ammonterebbe. Non sono in grado di compilare il Mod. RED.
    A chi posso rivolgermi?. Grazie per la sua gentile risposta che vorrà darmi. Cordiali saluti.

  6. Egregio Sig. Costa,
    con riferimento alla sua pensione lorda di €. 1491,70, Lei, oggi, ha diritto alla rivalutazione (ai sensi del D.L. 65/2015) nella misura del 40%, mentre in base alla Sentenza della Corte Costituzionale avrebbe avuto diritto alla rivalutazione nella misura del 90%.
    Per la compilazione del modello RED potrà rivolgersi ad un CAF, Patronato, Commercialista o altro soggetto abilitato alla certificazione reddituale.
    Cordialità
    Avv. Francesco Leone

  7. Buongiorno,Le scrivo per conto di mio padre che percepisce una pensione mensile pari a €1249.59
    Rientra in quelli che hanno diritto alla rivalutazione?A quanto ammonta l’aumento ed eventualmente rivolgendoci al Caf penserebbero tutto loro?Dalla compilazione/presentazione istanza all’Inps e calcolo di eventuali importi?
    Grazie per l’attenzione.
    Mariangela

  8. Egr. avvocato Leone, sono andato in pensione il primo aprile del 2015, con 2200 euro netti al mese, sono coinvolto in questo adeguamento?
    Grazie.

  9. Egregio Avvocato,

    Percepisco una pensione netta di 1140 euro dal primo gennaio 2014, esistono i requisiti per la presentazione dell’istanza all’INPS?
    Grazie per la sua collaborazione, attendo risposta.
    Cordiali saluti
    letizia fantini
    firenze

  10. Egregio Avocato LEONE
    percepisco una pensione lorda di euro 1550 circa vorrei sapere se ho diritto di richiedere l’adeguamento della pensione.

  11. Gentile avv. Francesco Leone, mi chiamo Cassisi Benito, residente in Ripalta Cremasca (CR): percepisco una pensione da ex-INPDAP nella misura lorda al 2011 di euro 2.959,51, quindi senza alcuna rivalutazione, riconosciuta soltanto dal 2016 per un importo lordo di Euro 2.978,76. La prego di assistermi nella domanda di rivalutazione ai sensi della sentenza 702015 Corte Cost. Grazie per l’ attenzione e La saluto distintamente

    • Egregio Avv. Francesco Leone, ho ricevuto la e-mail del Suo Studio con le indicazioni circa la possibilità di ricorso all’ INPS per la rivalutazione della mia pensione. Provvedo a dare esecuzione alla richiesta diretta all’ INPS e sarà mia cura farVi conoscere l’esito. Grato per l’attenzione, saluto distintamente. CASSISI BENITO

  12. Gentile Avv. Francesco Leone
    Mi chiamo Marini Apollo, residente a Brindisi; ho percepito negli anni 2012 2013 le seguenti pensioni I.N.P.S.:
    2012 pensione lorda mensile pari a euro 2.460,00;
    2013 pensione lorda mensile pari a euro 2.460,00.
    Attualmente la mia una pensione lorda mensile è pari a 2.485 euro; Le chiedo:
    In forza alla sentenza della Corte Costituzionale n°70 del 30 aprile 2015 ho diritto ad avere integralmente la perequazione spettante per gli anni in cui mi è stata bloccata?
    Grazie

  13. Gentilissimo avvocato: mia moglie percepisce dall’ inps una pensione di euro 577,55 netta al mese. Desideravo sapere se ha diritto al trattamento in base alla sentenza numero 70-2015 e se possiamo fare la domanda.
    Grazie cordiali saluti.

  14. Avv. buongiorno. Mia madre percepisce una pensione lorda di 778 € comprensiva di reversibilità di mio padre…deve fare richiesta di adeguamento ????

  15. Salve, sono di Verona e percepisco una pensione di circa 1.700 ho già provveduto ad inviare all’inps raccomandata a/r con riferimento alla sentenza della corte costituzionale ma per ora mi hanno risposto che ho già percepito i 500€ di bonus ad agosto 2015 e nulla è più dovuto….ho risposto che non è stata fatta la rivalutazione al 90% ma per ora non hanno risposto…..cosa posso fare? Grazie mille. Saluti. Roberto

  16. Buongiorno Avvocato, sono una vedova con a cariiiico un disabile di Licata , percepisco una pensione INPS di 1700 Euro dall’INPS di licata Visto che mi trovo alicata ,per fare il ricorso per detta pensione ,posso rivolgermi a lei?Vorrei chiedere ,a quanto ammonta la sua parcella,per detto ricorso?

  17. più che un commento la mia vuole essere una domanda.
    ho una pensione di vecchiaia del 1996 di circa 1950 € mensili. Desidero conoscere le modalità per richiedere la rivalutazione della pensione e se ne ho diritto.
    in attesa di leggerVi ringrazio e porgo cordiali saluti.
    gaetanoi corradin

  18. Egregio avvocato le scrivo in merito alla pensione di invalidità civile da me percepita..dal 2008 al 2012 sono stato pagato normalmente con un piccolo aumento ogni anno ma arrivati nel 2012 l’importo della. pensione si è fermato a 267,57 e non ho avuto più aumenti nulla ho tutti gli anni sempre lo stesso Obis m. Sempre uguale anche quest’anno ho visto l’importo è sempre di 267,57. Possibile che l inps lei stessa scrive i nuovi importi anno per anno .e il mio si è bloccato al 2012 come posso fare ..ma come mai su un importo così piccolo ci si può sbagliare quest’anno nuovo 2018 è previsto un piccolo aumento ma il mio e sempre la stessa cifra ….lo so che sono pochi euro di differenza ma a me servono anche quei 10/15 euro in più.. grazie per un eventuale risposta buon natale.

  19. Buonasera Avvocato Leone
    Io sto sostenendo la causa che:
    le istanze presentate in ossequio alla sentenza della CC. 70/2015 prima dell’entrata in vigore del D.L. 65 65/2015 ovvero dal 07/05/2015 sino alla mezzanotte del 20 Maggio 2015 debbano essere liquidate dall’INPS in quanto:
    1) il D.L. 65/2015 non poteva avere efficacia retroattiva dall’inizio dell’esecutività della sentenza 70/2015 (07 Maggio) quindi, non poteva produrre effetti sino al 21 maggio 2015 in quanto avrebbe impedito la cessazione d’efficacia della norma dichiarata incostituzionale (art. 136 ).

  20. Quintino BUCCINI

    Illustre Avv. Francesco LEONE, in merito al suo articolo pubblicato sul sito internet, Le rappresento che ho inviato all’ I.N.P.S. di L ‘AQUILA istanza di ricostituzione della pensione e del rimborso degli arretrati alla luce della Sentenza n. 70/2015 della Corte Costituzionale

    La saluto cordialmente.

    Sulmona, 11/06/2018 Quintino BUCCINI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


1 + 9 =