Home Ricorsi Medicina Caso studio: scoperti 1600 posti liberi, ammessi oltre 250 ricorrenti a Medicina

Caso studio: scoperti 1600 posti liberi, ammessi oltre 250 ricorrenti a Medicina

Oggi vogliamo raccontarti una nostra grande vittoria di un paio d’anni fa: parliamo di quando siamo riusciti a far riammettere a Medicina tantissimi studenti esclusi dalle selezioni del 2017 e 2018.

Nel 2018 infatti il Consiglio di Stato ha accolto gli appelli cautelari del nostro Studio Legale, che evidenziavano la discrepanza tra il numero dei posti disponibili messi a bando per il test di medicina e il fabbisogno di camici bianchi in Italia.

Siamo stati citati anche da “Il Messaggero” per aver fatto uscire la notizia grazie alle nostre indagini.

Per farla breve, i giudici hanno detto che era necessario fare “una realistica ed accurata proiezione previsionale circa il fabbisogno di medici nelle varie specialità per gli anni a seguire, anche al fine di scongiurare le prevedibili (e previste) prossime carenze del numero dei medici”.

Cosa significa? Che in Italia mancano i medici.

In sostanza, i posti dovevano essere di più, ma i giudici hanno detto che questi criteri non sono stati rispettati.

Cosa ha comportato questa nostra grande vittoria? Che ai posti banditi dal Miur per il test medicina 2017 (9.100) il Consiglio di Stato ha ammesso altri 37 studenti che prima erano stati esclusi!

Nel 2018 invece il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di 250 studenti, ammettendoli a Medicina. Per i giudici la selezione era immotivata: in Italia c’è bisogno di più medici.

Se temi di non essere entrato alla Facoltà di Medicina stiamo organizzando un Webinar Gratuito dove ti spiegheremo cosa fare. Registrati qui per partecipare

Se invece vuoi agire subito e ricevere udienza per novembre, clicca qui e partecipa al Ricorso Collettivo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


3 + 5 =