Home 800 assistenti giudiziari Concorso Assistenti giudiziari: il CdS ammette i ricorrenti alla prova scritta

Concorso Assistenti giudiziari: il CdS ammette i ricorrenti alla prova scritta

Da diversi mesi il nostro Staff Legale si sta occupando del concorso per 800 assistenti giudiziari. Diverse illegittimità hanno caratterizzato la selezioni pubblica più importante del 2017.
Il motivo principale contestato al Ministero della Giustizia è l’illegittimo sbarramento numerico deciso dall’amministrazione pubblica. In particolare, nel bando è stato previsto che avrebbero avuto accesso alla fase scritta, i candidati classificati nei primi 3200 posti. Nei fatti, hanno avuto accesso alle successive fasi concorsuali i primi 6000 candidati che hanno ottenuto un punteggio di 50/50.

Pertanto, abbiamo proposto diversi ricorsi al TAR Lazio – Roma al fine di consentire l’ammissione alla prova scritta a tutti i candidati che hanno totalizzato un punteggio pari o superiore a 37,5.

Il TAR non ha, però, ritenuto fondate le nostre censure e ha deciso di rigettare le nostre richieste cautelari.

 

Concorso Assistenti giudiziari: il CdS dispone l’ammissione alla prova scritta

Il Consiglio di Stato, qualche giorno fa, ha deciso di capovolgere la decisione statuita dal TAR del Lazio disponendo, viceversa, l’ammissione con riserva alla fase scritta di alcuni ricorrenti che hanno proposto appello. Il giudice ha così disposto: “va pertanto accolto, nei limiti dell’ammissione con riserva degli appellanti alle ulteriori fasi del concorso in questione anche attraverso, se necessario, una sessione di recupero”.

La decisione del CdS conferma la bontà del nostro ragionamento in relazione all’illegittima soglia di sbarramento stabilita dal Ministero della Giustizia. Forti delle nostre ragioni – e non ultimo del precedente giurisprudenziale – proporremo appello per tutti i nostri ricorrenti al fine di consentire loro una chance ulteriore per l’ottenimento del posto di lavoro a tempo indeterminato.

Concorso Assistenti giudiziari: diretta facebook con i nostri ricorrenti

Al fine di chiarire i dubbi che centinaia di ricorrenti stanno manifestando alla nostra casella mail abbiamo deciso di organizzare una diretta streaming sul nostro gruppo FB “800 Assistenti Giudiziari – RICORSO” (clicca qui per iscriverti). Venerdì 22, alle ore 17.00, Francesco Leone e Simona Fell saranno collegati sul gruppo per chiarire i contorni della procedura da seguire per la proposizione dell’appello nonché rispondere a tutte le domande dei nostri ricorrenti.

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


2 + 5 =