Home Concorsi Concorso ordinario scuola: quali prospettive?

Concorso ordinario scuola: quali prospettive?

concorso ordinario scuolaGrande fermento nel mondo della scuola: tante le ipotesi in ballo per la stabilizzazione dei precari. Tra e più accreditate dal Ministero, l’indizione di un corso-concorso “semplificato” (ma non riservato) e incentrato sui titoli di servizio, per inserire precari storici, con un primo anno formativo e l’immissione in ruolo nel 2022/2023.

In attesa della conclusione del concorso straordinario, si pensa già al concorso ordinario che dovrebbe sbloccarsi a breve, come confermato dal ministro Brunetta.

Le semplificazioni previste dal Decreto Legge fanno però paura ai neolaureati. Per essere ammessi alle fasi concorsuali, si procederebbe ad una valutazione di titoli e esperienza professionale. L’abolizione di una qualsiasi prova preselettiva e la sola valutazione dei titoli e dell’esperienza potrebbero dunque tagliare fuori i più giovani, soprattutto i neolaureati, con poca esperienza e un punteggio basso.

L’ultima parola spetta ora al ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi che nelle prossime settimane dovrà decidere quanto “peseranno” titoli ed esperienza lavorativa dei singoli candidati.

Il nostro staff legale, da sempre vicino al mondo scuola, seguirà con attenzione tutto l’iter concorsuale, pronto a tutelare tutti coloro che da tale procedura subiranno un pregiudizio. Per contattare il nostro Studio invia una mail a [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here