Home Concorsi Concorso per cancellieri, presentato emendamento per i requisiti d’accesso

Concorso per cancellieri, presentato emendamento per i requisiti d’accesso

emendamentoPresentato un emendamento che stravolge i requisiti d’accesso al concorso per 2.700 cancellieri. Dopo la pubblicazione del DL Rilancio, infatti, si sono sollevate non poche polemiche sui requisiti di ammissione alla selezione.

L’articolo “incriminato” è il 240bis, dedicato alle nuove assunzioni Giustizia. In particolare, al comma 5, si legge che il Ministero può bandire – nei prossimi 90 giorni – un concorso per 2.700 unità di personale amministrativo non dirigenziale da inquadrare nei ruoli dell’Amministrazione giudiziaria, con la qualifica di cancelliere esperto – Area II/F3.

Il candidato, secondo il DL, deve essere in possesso del diplomanonché di almeno uno dei seguenti titoli, ai fini di attribuzione di punteggio aggiuntivo:

  • aver svolto almeno tre anni di servizio nell’amministrazione giudiziaria, senza demerito;
  • aver svolto, per almeno un anno, le funzioni di magistrato onorariosenza essere incorso in sanzioni disciplinari;
  • essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocatiper almeno due anni consecutivi, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
  • aver svolto, per almeno cinque anni scolastici interi, attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche(ex 19/A) presso scuole secondarie di II grado. In tale computo rientrano anche i periodi di docenza svolti in attività di supplenza annuale;
  • aver prestato servizioper almeno cinque anni nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori.

Da ciò però non si evince se basta solo il diploma o se è necessario possedere almeno uno dei titoli sopraelencati, il che escluderebbe un’ampia platea di possibili candidati. Inoltre, qualora il bando lo prevederà, potranno essere valutati ulteriori titoli di studio universitari, post universitari.

Al Decreto legge, che deve ancora essere convertito in legge, sono stati presentati oltre 8mila  emendamenti, tra questi uno riguarda proprio il concorso per cancellieri, a firma dei deputati Dieni, Piera Aiello, Ascari, Barbuto, Cataldi, Di Sarno, Di Stasio, Dori, D’Orso, Giuliano, Palmisano, Perantoni, Saitta, Salafia, Sarti e Scutellà. Tra le principali modifiche proposte, oltre all’inserimento di una prova scritta (non prevista in origine), anche l’eliminazione dei titoli come requisiti d’accesso.

Il nostro staff legale sta seguendo da vicino l’intera vicenda e ha intrapreso un’interlocuzione con gli esponenti politici affinché venga garantito il merito e la parità di accesso a tutti gli aspiranti cancellieri.

Per non perderti gli ultimi aggiornamenti ed essere informato sugli sviluppi della vicenda, compila il nostro form!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


4 + 1 =