Home Concorsi Conferimento incarichi medici Servizio Sanitario a tempo Determinato corpo nazionale VV.FF

Conferimento incarichi medici Servizio Sanitario a tempo Determinato corpo nazionale VV.FF

Conferimento incarichi medico Servizio Sanitario a tempo Determinato corpo nazionale VV.FF
medico-di-base_1600x900In questi giorni sono stati pubblicati dalle varie Direzioni Regionali dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa, gli avvisi pubblici di procedura comparativa per soli titoli per il conferimento incarichi di medico del servizio sanitario a tempo determinato del corpo nazionale dei vigili del fuoco (clicca qui per il bando per la Regione Sicilia). I bandi sono rintracciabili sui siti dei Comandi Provinciali di competenza.
 
Gli avvisi, tutti identici, contengono una clausola illegittima, in quanto prevedono espressamente che non possano prendere parte alla procedura comparativa “i medici già lavoratori privati o pubblici collocati in quiescenza a qualunque titolo”.

Conferimento di incarichi di medico del Servizio Sanitario medici collocati in quiescenza: normativa

Tale previsione si pone in palese contrasto con l’articolo 6 del D.L. n. 90/2014, convertito con modificazioni in L. n. 114/2014, che reca la disciplina sul divieto di incarichi dirigenziali a soggetti in quiescenza.
La novella legislativa ha necessitato sin da subito di una circolare interpretativa che ne definisse l’intero campo d’applicazione, individuando la tipologia di incarichi che non potevano essere conferiti ai soggetti in quiescenza.
Ebbene, il conferimento incarichi di medico del servizio sanitario a tempo determinato del corpo nazionale dei vigili del fuoco, non rientra in alcun modo gli incarichi individuati dalla nuova disciplina ex art. 6 della L. 11 agosto 2014 n. 114.
Gli incarichi vietati sono tassativamente individuati dalla norma e sono:
–           incarichi di studio e di consulenza;
–           incarichi dirigenziali o direttivi;
–           cariche di governo nelle amministrazioni e negli enti e società controllate.
Quindi, essendo l’incarico messo a bando quello di c.d. “medico incaricato”, la procedura concorsuale non può essere preclusa ai soggetti lavoratori pubblici o privati collocati in quiescenza!

Conferimento di incarichi di medico del Servizio Sanitario medici collocati in quiescenza: giurisprudenza

 
Lo Studio Legale Leone – Fell & Associati, ha già affrontato positivamente nei mesi scorsi tale tematica, ottenendo un provvedimento positivo (clicca qui). 
Peraltro, in materia si è anche espressa la Corte dei Conti confermando le tesi difensive prospettate dallo Studio Legale.

Conferimento di incarichi di medico del Servizio Sanitario medici collocati in quiescenza: cosa fare

Test MedicinaNel caso in cui siate interessati a partecipare a siffatti concorsi, ma siete “medici già lavoratori privati o pubblici collocati in quiescenza a qualunque titolo” è possibile proporre ricorso impugnando il bando.
Il bando deve essere impugnato entro 60 giorni dalla data di pubblicazione in Gazzetta.
Per aderire all’azione scarica i moduli qui.
Per maggiori informazioni manda una mail a “Raccontaci il tuo caso” o contattaci allo 0917794561.
Approfondimento a cura dell’avv. Chiara Campanelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


2 + 6 =