Home Coronavirus Coronavirus, le misure del decreto economico “Marzo”

Coronavirus, le misure del decreto economico “Marzo”

In questo periodo particolarmente difficile, il nostro Studio legale ha deciso di fare la propria parte offrendo un servizio gratuito ai cittadini. Per tale ragione abbiamo deciso di aprire un gruppo facebook all’interno del quale daremo informazioni utili, link a notizie vere e comprovate, evitando così la diffusione di fake news, oltre a tutta una serie di consigli utili per tutelare i diritti e affrontare al meglio la crisi che il nostro Paese sta vivendo. Clicca qui per iscriverti al gruppo —> 🔴 Coronavirus 🦠 i diritti dei cittadini

ACCEDI AL NOSTRO SPECIALE SUL CORONAVIRUS! CLICCA QUI

LE MISURE ANTICRISI PENSATE DAL GOVERNO CONTE PER AIUTARE GLI ITALIANI

Oggi è stato pubblicato il DPCM 16 marzo 2020, cosiddetto decreto anti-Coronavirus, e queste dovrebbero essere le cui misure erano già state anticipate da alcune indiscrezioni lasciate trapelare dalla viceministra all’Economica Laura Castelli.

Come previsto, il decreto contiene diverse misure di sostegno all’economia, con una parte molto importante assegnata alla sospensione di mutui, tributi, contributi e ritenute.

L’obiettivo è quello di garantire alle famiglie e alle imprese la giusta liquidità per superare il difficile momento di crisi venutosi a creare, attraverso interventi del valore di circa 10 miliardi.

Di seguito le misure più importanti a favore di Imprese, lavoratori, Famiglie.

Pacchetto Imprese

  • i datori di lavoro che sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemologica covid-19 possono presentare domanda di integrazione salariale o di accesso all’assegno ordinario per un periodo di nove settimane;
    Il trattamento è concesso con la modalità di pagamento diretto della prestazione da parte dell’INPS. Per godere della misura i lavoratori devono risultare alle dipendenze del datore di lavoro che richiede la prestazione alla data del 23 febbraio 2020;
  • Le aziende che alla data del 23 febbraio 2020 hanno in corso un trattamento di integrazione salariale straordinario, possono presentare domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale per un periodo di nove settimane;
  • I datori di lavoro, iscritti al Fondo di integrazione salariale, che alla data del 23 febbraio 2020, hanno in corso un assegno di solidarietà, possono presentare domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale per un periodo di nove settimane;
  • Le Regioni e le Province autonome, con riferimento ai datori di lavoro del settore privato, compreso quello agricolo, possono riconoscere, previo accordo con le organizzazioni più rappresentative a livello nazionale, trattamenti di cassa integrazione salariale in deroga per la durata della sospensione del rapporto di lavoro e comunque per un periodo non superiore a nove settimane;
  • Per le imprese è istituito un credito d’imposta in caso di cessione a titolo oneroso entro il 31 dicembre 2020 di crediti vantati nei confronti dei debitori inadempienti;
  • Sono garantiti prestiti dallo Stato;
  • È riconosciuto un credito d’imposta del 60% dell’ammontare del canone di locazione relativo al mese di marzo.

Pacchetto Famiglie

  • Congedo straordinario– per un periodo non superiore a 15 giorni – per la chiusura degli asili e delle scuole per i minori di età non superiore a 12 anni (il limite di età non si applica in caso di figli con handicap).

A chi spetta?

A) genitori lavoratori dipendenti del settore privato congedo con indennità pari al 50% della retribuzione;

B) genitori lavoratori iscritti in via esclusiva alla gestione separata INPScongedo con indennità per ciascuna giornata indennizzabile;

C) genitori lavoratori autonomi iscritti all’INPScongedo con indennità per ciascuna giornata indennizzabile, commisurata al 50% della retribuzione convenzionale giornaliera stabilita dalla legge;

D) genitori lavoratori dipendenti del settore pubblico congedo con indennità.

Quali sono i limiti?

La fruizione del congedo è riconosciuta alternativamente ad uno solo dei genitori del nucleo familiare a condizione che uno dei genitori non sia già beneficiario di strumenti di sostegno al reddito (sospensione o cessazione dell’attività lavorativa) o altro genitore disoccupato o non lavoratore.

  • Congedo straordinario per i figli minori di età compresa tra i 12 e i 16 anni.

A chi spetta?

Ai genitori lavoratori dipendenti del settore pubblico o privato(a condizione che nel medesimo nucleo non vi sia un genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito o non lavoratore), senza corresponsione di indennità, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro.

  • Bonus Baby sitter pari a 600 euro in alternativa al congedo straordinario.

A chi spetta?

A) In alternativa al congedo straordinario le stesse categorie di lavoratori sopramenzionate possono richiedere un bonus pari a 600 euro per l’acquisto di servizi di baby sitting;

B) Per il personale medico sanitario pubblico o privato il bonus è pari a 1000 euro.

Pacchetto lavoratori

  • Per i lavoratori del settore privato in quarantena questo periodo è equiparabile al periodo di malattia ai fini del trattamento economico. E’ necessario che il periodo di quarantena sia certificato dal medico curante;
  • Per i lavoratori del settore privato che sono affetti da gravi e comprovate patologie è riconosciuto con priorità il lavoro agile;
  • Per i lavoratori dipendenti e autonomi e per i professionisti con reddito non superiore a 10.000 euro nel 2019 è prevista un’indennità in caso di cessazione, sospensione o riduzione della loro attività;
  • Per i lavoratori dipendenti con reddito fino a 40mila euro per il mese di marzo 2020 spetta un premio pari a 100 euro;
  • Per le seguenti categorie è riconosciuta un’indennità una tantum pari a 600 euro:

1) i professionisti titolati di partiti IVA iscritti alla gestione separata INPS;

2) i lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;

3) i lavoratori autonomi iscritti alla gestione speciale dell’AGO;

4) i lavoratori dipendenti stagionali del settore turistico

5) gli operai agricoli che hanno svolto nel 2019 almeno 50 giorni lavorativi;

6) lavoratori dello spettacolo con almeno 30 giorni di contributi giornalieri;  

Proroga/sospensione dei termini:

  • Per la presentazione delle domande di disoccupazione agricola per gli operai agricoli a tempo determinato o indeterminato il termine è prorogato (per le domande 2019) al 1 giugno 2020;
  • Per la presentazione delle domande di disoccupazione i termini di decadenza per la presentazione della domanda sono prorogati da 68 a 128 giorni;
  • Per la presentazione delle domande di prestazione previdenziale o assistenziale il termine decorrente dal 23 febbraio 2020 al 1 giugno 2020 è sospeso di diritto e riprende a decorrere dalla fine del periodo di sospensione;
  • Per il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali e per l’assicurazione obbligatoria dovuti dai datori di lavoro domestico sono sospesi i termini e devono essere effettuati entro il 10 giugno 2020;
  • Per due mesi è sospeso l’obbligo di recarsi personalmente presso gli uffici postali per fruire del reddito di cittadinanza.

Pacchetto misure a sostegno della liquidità

  • Fondo solidarietà mutui prima casa: è istituito un fondo speciale per i lavoratori autonomi e liberi professionisti che certifichino un calo del fatturato del 33% rispetto all’ultimo trimestre 2019.

Pacchetto Misure Fiscali

  • Sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria;
  • Sospensione dei termini degli adempimenti fiscali e contributivi che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo e il 28 maggio, in particolare: i versamenti relativi alle ritenute alla fonte e l’IVA;
  • Sospensione dall’8 marzo al 31 maggio 2020 i termini relativi alle attività di liquidazione, controllo, accertamento, riscossione e contenzioso da parte degli uffici degli enti impositori.

Per qualunque richiesta o informazione scrivici a info@leonefell.com o compila questo form

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


3 + 3 =