Home Coronavirus DL Liquidità – Prestiti “automatici” fino a 25.000 € per p.iva e...

DL Liquidità – Prestiti “automatici” fino a 25.000 € per p.iva e PMI

Caro Lettore, in questo periodo particolarmente difficile, il nostro Studio legale ha deciso di fare la propria parte offrendo un servizio gratuito ai cittadini: un gruppo facebook in cui raccontiamo a modo nostro tutte le news che ruotano intorno al coronavirus. Lo faremo con trasmissioni Live, approfondimenti, guide e altri contenuti gratuiti e fruibili da tutti. Se pensi che il nostro servizio ti sia utile, iscriviti al gruppo 🔴 Coronavirus 🦠 i diritti dei cittadini

prestitiRispondiamo ad un’esigenza assoluta delle imprese e del sistema produttivo (…) avere liquidità (…) il Governo ha grande fiducia nei nostri imprenditori”.

Con queste parole a margine del Consiglio dei Ministri che ieri ha approvato la bozza del c.d. “decreto-liquidità”, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha annunciato le misure a sostegno della liquidità per le PMI, le partita IVA, i lavoratori autonomi, i professionisti, che costituiscono il tessuto del nostro sistema produttivo.

È stato rafforzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a 7 miliardi (dai 4 già a disposizione), con la possibilità di chiedere prestiti sino a 5 milioni di euro con la garanzia dello Stato del 90%.

Tra le misure annunciate ieri, c’è quella che prevede la garanzia del 100% per i finanziamenti sino a 25 mila euro, sia per le PMI, sia per le persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni, senza valutazione del merito di credito da parte del Fondo.

Come si legge nella bozza di decreto, la garanzia è a prima richiesta, esplicita, irrevocabile; è rilasciata entro il 31 dicembre 2020, per finanziamenti di durata non superiore a 6 anni, con la possibilità per le imprese di avvalersi di un preammortamento di durata fino a 24 mesi; e copre nuovi finanziamenti o rifinanziamenti concessi all’impresa successivamente all’entrata in vigore del presente decreto, per capitale, interessi ed oneri accessori fino all’importo massimo garantito;

Prestiti alle PMI

Garanzia al 100% solo per impese con ricavi fino a 3,2 milioni di euro. Il 100% sarà possibile a copertura di nuovi finanziamenti concessi a chi ha ricavi fino a 3,2 milioni di euro e fino al minor importo tra il 25% del fatturato e 800.000 euro. Non serve l’istruttoria del Fondo sul merito del credito, ma il 100% lo si ottiene solo in forma mista, 90% Stato e 10% Confidi privati.

Garanzia totale anche per i prestiti concessi alle PMI con fatturato fino a 800.000 euro e fino al 15% del fatturato (quindi per un massimo di 120.000 euro; in questo caso sarà necessaria la valutazione del Fondo).

I tassi di interesse dovrebbero collocarsi tra 0,2 e 0,5%. In tutte le altre ipotesi, fino a un importo massimo di 5 milioni di euro. la garanzia sarà del 90%.

Partite Iva e Microimprese

Fino a 25.000 euro prestiti automatici. Tempi più rapidi e una procedura automatica per prestiti fino a 25 mila euro, sia per le PMI, sia per le persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni, non oltre il 25% del fatturato del beneficiario risultante dall’ultimo bilancio (misura specifica per le imprese).

È prevista la restituzione del prestito in 6 anni, con un periodo di preammortamento di 18 – 24 mesi.

Il decreto prevede anche che tutte le misure previste dal D.l. Cura Italia, relative alla semplificazione e alla gratuità dell’accesso al Fondo, sono prorogate sino al 31 dicembre 2020.

In ogni caso, per tutte le misure sino a qui previste dalla bozza di decreto, sarà determinante lo stanziamento delle risorse a supporto. Per le garanzie previste dal decreto c’è per ora una dotazione di un miliardo, che è stato reperito nella contabilità speciale creata nel 2014 dal decreto sul bonus da 80 euro per finanziare garanzie statali sulla cessione dei crediti vantati dai fornitori della p.a.

Una misura poderosa quella messa in campo dal Governo a sostegno della liquidità del sistema produttivo del Nostro Paese, che se approvata da Bruxelles, consentirà a tante piccole e medie imprese e alle migliaia di partite IVA di ripartire con la Fase 2.

 

Dubbi o perplessità? Raccontaci la tua esperienza, avrai un team di professionisti a tua disposizione per risolvere il tuo caso. Compila il form qui sotto

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


6 + 3 =