DRAMMA SEMISERIO DI MAESTRE E MAESTRI NEOIMMESSI

Pubblichiamo, qui di seguito, lo sfogo e le riflessioni di una docente palermitana. Leggetelo tutto, merita davvero pochi minuti di attenzione.

l43-scuola-docente-docenti-111004182123_medium

DRAMMA SEMISERIO DI MAESTRE E MAESTRI NEOIMMESSI

“Palermo 27 Luglio 2016
Ieri era il mio PRIMO giorno di FERIE da docente di ruolo in attesa di assegnazione di Ambito come tanti.
La data prevista per conoscere  il territorio di destinazione era già stata spostata per arrivare alla giornata di ieri, 26 luglio 2016.
Voci di corridoio non ben definite e giunte sino a noi da fonti sindacali e da siti scolastici abbastanza seguiti dalla gente ci hanno costretti a rimanere di ora in ora seduti alla postazione computer per conoscere le nostre sorti NAZIONALI, dalle prime ore del mattino fino a notte inoltrata.
Onestamente non trovo parole adatte ad esprimere i sentimenti che agitano il mio cuore. Mi sento INTIMAMENTE offesa come se, oltre ad aver ABUSATO di me per decenni, mi volessero apertamente dimostrare che NON SONO STATA CONSIDERATA “Persona…semplicemente persona”…
Sarebbe bastato un semplice AVVISO che ci liberasse dal tormento di rimanere attaccati alla rete e mi chiedo, in tutta sincerità, il perché.
Infatti, dietro le azioni delle persone, della politica, dei sindacati, delle Istituzioni, della Stampa, c’è sempre una motivazione ben precisa, anche quando ci sfugge, non ne capiamo l’evoluzione.
Sempre ieri il PD, una parte del PD, si è sbilanciata in una mozione all’ARS e poi anche il M5S (sembra che tutti si siano improvvisamente svegliati ieri dopo che da anni e anni il nostro Coordinamento denuncia il GAP esistente tra la scuola del Nord e la scuola del Sud), sempre ieri le interviste telefoniche di Repubblica, il silenzio del sindacato che dovrebbe rappresentarci nei “minimi diritti”..almeno in quelli!

Almeno le OO.SS.avessero espresso “Indignazione per il silenzio ministeriale”,l poi non si stupiscano quando la gente dice che sono TUTTI D’ACCORDO e fanno solo un gioco delle parti.
Forse è arrivato il momento di buttare giù la MASCHERA pirandelliana.
E così, si continua ad alimentare nei cittadini la VISIONE di uno Stato dove il DIRITTO corrisponde ad una PRETESA e il DOVERE è solo quello che il cittadino deve avere nei confronti delle Istituzioni che continuano imperterriti a sottrarsi a DOVERI di TRASPARENZA per tutto quello che ha riguardato questa DOLOROSA vicenda del Piano Straordinario, una Legge che NON è UGUALE per TUTTI ma solo per ALCUNI e a DISCAPITO proprio di coloro che una sentenza della Corte Europea aveva detto che dovevamo essere ASSUNTI.
Coloro che hanno imbastito la TRAMA della Legge 107, partita dal Parlamento con numerose pecche e lati oscuri, giunta al Senato e ulteriormente peggiorata a discapito NOSTRO: i famosi Fase C da Gae e sottolineo anche NOI IDONEI con dei concorsi ordinari banditi dallo Stato italiano, è stata perfettamente elaborata avendo come disegno preciso la nostra eliminazione autonoma.

Come è risaputo, parecchi di noi potrebbero anche optare per la rinuncia non avendone un ritorno utile sul piatto della bilancia. Già diversi colleghi all’arrivo della proposta hanno rinunciato.
Certo, un bel modo per togliersi dalle scatole gente scomoda sfruttata per anni e poi spinta all’autoeliminazione.
E poi la Faq 22 che NON ha valore di Legge.
E poi ancora la mancata pubblicazione della GN ( grad. Nazionale, dove ci sono state le CODE che per sentenza sono state dichiarate INCOSTITUZIONALI e che hanno causato lo spostamento di tanti colleghi al NORD).
Sì, sono persona INFORMATA sui FATTI.
E, quindi, posso apertamente affermare alla mia tenera età di 60enne che forse è meglio che la Politica cambi VERSO ovvero si riparta dalle IDEOLOGIE in modo che la gente sappia bene dentro le urne che bisogna dare un segnale profondo per dire che ci siamo STANCATI e NON si può aspettare TUTTA LA VITA un Partito che tenga al Cittadino invece che preoccuparsi delle poltrone facendo della poltrona politica una OCCUPAZIONE LAVORATIVA.
Siamo stanchi dei tanti Pulcinella che gestiscono la cosa pubblica.
Buona Riflessione a tutti”.

Maria Pia Labita
Coordinamento precari scuola di Palermo

27/07/2016

Categorie

Hai bisogno di altre informazioni?

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Società

Inserisci I Dati E Ricevi La Diffida Pronta Con I Tuoi Dati!

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Impresa individuale

Inserisci i dati e Ricevi la diffida pronta con i tuoi dati!