Limite d’età, polizia penitenziaria: nostra vittoria al Tar

Era stato escluso dal concorso per 120 allievi commissari della polizia penitenziaria per aver superato, alla scadenza dei termini per la presentazione della domanda, il limite d’età, ovvero aveva superato i 32 anni e non era in possesso di nessun altro requisito utile all’elevazione del limite d’età. Si è così rivolto al nostro studio per proporre ricorso. Il Tar Lazio accoglie le nostre tesi e lo ammette alle successive prove di concorso!

Nel bando, infatti, era specificato che potevano partecipare al concorso tutti i candidati entro il trentaduesimo anno di età. Tale limite era però elevato, fino a un massimo di tre anni, in relazione all’effettivo servizio militare prestato dai candidati.

Secondo il nostro Studio legale, si rileva un’illegittima disparità di trattamento rispetto alle diverse categorie di personale ammesse al concorso. Qualora infatti la ratio del limite di età fosse da rinvenire nel possesso di determinate capacità fisiche particolari, non avrebbe alcun senso il minore limite di età imposto per i civili.

Considerato che analoga questione, relativa al limite di età fissato dalla normativa nazionale per l’accesso al concorso di commissario di Polizia di Stato, è stata oggetto di rinvio pregiudiziale alla Corte di Giustizia Europea, i giudici del Tar Lazio, ritenendo fondate le nostre censure, hanno accolto l’istanza e ammesso il ricorrente alle prove scritte del concorso.

Vuoi partecipare al concorso per 1000 vice ispettori di Polizia di Stato, ma hai superato la massima età consentita? Contatta il nostro staff legale! Compila il form e clicca su INIZIA:



21/04/2022

Categorie

Hai bisogno di altre informazioni?

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Società

Inserisci I Dati E Ricevi La Diffida Pronta Con I Tuoi Dati!

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Impresa individuale

Inserisci i dati e Ricevi la diffida pronta con i tuoi dati!