Home Ricorsi Medicina Medicina 2016, il Tar ha deciso: i posti vacanti vanno assegnati solo...

Medicina 2016, il Tar ha deciso: i posti vacanti vanno assegnati solo ai ricorrenti!

In questi giorni il Miur ha riaperto le graduatorie di accesso per Medicina 2016/2017 disponendo l’ammissione di centinaia di studenti. In questi stessi giorni, si sta verificando quello che lo studio dice da mesi e, cioè, che i posti extraUE dovranno essere redistribuiti, ma assegnati solo ai ricorrenti,  così come confermato dai i giudici amministrativi che hanno accolto i ricorsi e disposto l’immatricolazione a Medicina dei ricorrenti che nel 2016 avevano agito avverso la graduatoria ed oggi si sono visti scavalcare da coloro che non avevano fatto all’epoca ricorso. Non si tratta di un’apertura formale della graduatoria, ma di una comunicazione diretta via mail con gli studenti ammessi.

In pratica, l’annullamento della clausola del bando che esclude l’utilizzo dei posti riservati ai cittadini extracomunitari, che, giudizialmente ne chiedano l’attribuzione, consentirà ai soli ricorrenti di ottenere la chance di beneficiare dei suddetti posti in relazione alla loro posizione in graduatoria e sulla base delle regole di scorrimento.

Niente scorrimento per tutti, dunque, ma solo per chi ha proposto ricorso chiedendo l’utilizzo di tali posti. I giudici infatti fanno chiarezza sulla questione dei posti vacanti: confermando che chi non ha agito in giudizio e non ha ottenuto un provvedimento favorevole non può avanzare alcuna pretesa. I posti vanno dunque assegnati ai ricorrenti.

Secondo il Tar, dunque, l’unica via per ottenere la redistribuzione dei posti vacanti è tramite ricorso. Chi non andrà in giudizio resterà fuori. Pertanto chiunque abbia fatto ricorso nel 2016 oggi deve agire con un nuovo ricorso per annullare le immatricolazioni disposte in questi giorni dal MIUR in favore di tutti i candidati ed in danno ai soli ricorrenti.

Per maggiori info invia una mail a info@leonefell.com

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


4 + 3 =