Home Ricorsi Medicina Medicina, errato calcolo del fabbisogno: il Mur obbligato alla rideterminazione dei posti!

Medicina, errato calcolo del fabbisogno: il Mur obbligato alla rideterminazione dei posti!

medicinaIl Consiglio di Stato ha accolto il nostro ricorso, obbligando il Mur a dar seguito alla sentenza positiva già ottenuta a settembre scorso che disponeva la “necessaria rideterminazione dei posti disponibili” per l’anno accademico 2018/2019.

I giudici confermano dunque quanto già affermato in precedenza sull’errato calcolo del fabbisogno e sull’errata determinazione della capacità ricettiva degli atenei, rilevando nell’aumento di posti messi a bando nell’ultimo anno, un parametro utile all’ammissione in sovrannumero dei ricorrenti.

“Se il sistema universitario – scrivono i giudici – mette a disposizione altre duemila unità d’offerta formativa e nel giro di meno d’un anno, resta inevasa la domanda di come non via sia alcun rischio che un tal repentino riadeguamento (tralasciando le norme emergenziali COVID19, perché successive) di strutture, ricettività, insegnamento, tirocinio, ecc., in così breve volgere di tempo non comporti domani la oggi paventata paralisi del sistema”.

Richiamando la sentenza dello scorso settembre con cui è stata “annullata la determinazione dell’offerta formativa di cui al DM 28 giugno 2018 n. 524, atto quest’ultimo presupposto della determinazione dei posti effettivamente disponibili per l’a.a. considerato”, ha ritenuto opportuno richiamare ancora una volta il Ministero alla rideterminazione dei posti per consentire l’immatricolazione dei nostri ricorrenti.

Non hai superato il Test Medicina 2020?
Clicca qui e scopri subito tutti i dettagli sul Ricorso

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


1 + 8 =