Mobilità, valutato il servizio pre-ruolo anche per i neo-immessi in ruolo

servizio pre-ruolo banner

Un docente neo-immesso in ruolo ha diritto alla valutazione del servizio pre-ruolo svolto nella medesima scuola o nella medesima classe di concorso ai fini del raggiungimento degli anni di servizio utili per partecipare alle procedure di mobilità.

Valutato il servizio pre-ruolo ai fini della mobilità

Si tratta di una decisione innovativa che apre le porte a tutti i neo-immessi in ruolo che potranno dunque partecipare alla mobilità facendo valere la propria esperienza lavorativa pregressa.

Scrivono i giudici: “L’obiettivo del raggiungimento della permanenza minima può conseguirsi anche attraverso la valorizzazione degli anni di precariato scolastico, oltre che attraverso il periodo svolto dopo l’assunzione a tempo indeterminato”.

Tale decisione è legittimata dalla clausola 4 dell’Accordo Quadro Ces, Unice e Ceep allegato alla direttiva 1999/70/CE, che legittima il lavoro anche da precario, laddove la natura, la durata e la frequenza delle prestazioni lavorative non differiscono, in fatto, da quelle del personale assunto a tempo indeterminato.

I giudici hanno così riconosciuto. ai fini del superamento del vincolo alla mobilità, previsto per i neo-assunti, la computabilità del servizio pre-ruolo prestato con contratto a tempo determinato e di fatto hanno liberato tutti quei docenti bloccati nella sede di assunzione a causa del vincolo minimo di permanenza.

Se sei un docente neo-immesso in ruolo e hai prestato servizio presso il medesimo istituto o la medesima classe di concorso, clicca su INIZIA e compila il form per fare la tua segnalazione ed essere ricontattato dal nostro staff legale specializzato.



29/11/2022

Categorie

Hai bisogno di altre informazioni?

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Società

Inserisci I Dati E Ricevi La Diffida Pronta Con I Tuoi Dati!

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Impresa individuale

Inserisci i dati e Ricevi la diffida pronta con i tuoi dati!