Home fisco e tributi Niente IMU se al proprietario viene impedito il possesso dell’immobile

Niente IMU se al proprietario viene impedito il possesso dell’immobile

 

 

Sei proprietario di un immobile di cui non hai il possesso?

Non dovrai versare l’IMU. 

A stabilirlo è stata una pronuncia della Commissione tributaria di Genova, pronunciatasi su un ricorso presentato da una contribuente ligure che aveva omesso di pagare l’imposta municipale per l’anno 2013.

Nel dettaglio, la ricorrente era proprietaria, insieme al suo ex coniuge, di un immobile affidato dal giudice, in sede di separazione, in uso congiunto ad entrambi.

La signora, tuttavia, ha sempre lamentato di non aver mai goduto del possesso dell’immobile e neanche del reddito da esso derivante, avendolo il suo ex coniuge dato in locazione a sua insaputa. Per questa ragione non ha versato l’imposta che ha come presupposto  una relazione di possesso e godimento sul fabbricato cui si applica.

Il collegio ligure ha accolto il ricorso della ricorrente dichiarandola non soggetta al pagamento dell’Imu poiché impossibilitata ad esercitare il possesso dell’immobile.

La pronuncia di favore avalla un orientamento prevalente della corte di Cassazione, secondo il quale: “per la conservazione del possesso, non occorre la materiale continuità d’uso, né l’esplicazione di continui e concreti atti di godimento e di esercizio del possesso, ma è sufficiente che la cosa, anche in relazione alla sua natura e destinazione economico- sociale, possa ritenersi rimasta nella virtuale disponibilità del possessore, potendo il possesso essere mantenuto anche “solo animo”, purchè il soggetto abbia la possibilità di ripristinare il contatto con la cosa non appena lo voglia.”

Nel caso in esame la contribuente non aveva potuto ripristinare il contatto con l’immobile dal momento che l’immobile era stato dato in locazione ad un terzo in virtù di un contratto di locazione di cui lei non aveva conoscenza.

Per questa ragione il suo ricorso ha avuto esito favorevole e non ha dovuto versare l’Imu.

Si tratta di un caso destinato a fare scuola e che può riguardare, oggi, tantissimi contribuenti che possono trovarsi in questa o analoghe situazioni.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento non esitare a contattarci. Per comunicare direttamente con il nostro staff legale invia una mail info@leonefell.com

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


1 + 1 =