Home Scuola Precari Scuola: I giudici napoletani accettano la tesi della conversione del rapporto...

Precari Scuola: I giudici napoletani accettano la tesi della conversione del rapporto di lavoro

Tribunale di Napoli: riconoscimento del diritto alla stabilizzazione per l’abuso dei contratti a termine

 
 
E’ di ieri la notizia della prima pronuncia che ha concesso finalmente la stabilizzazione dei precari del mondo della scuola con più di 36 mesi di servizio, in attuazione della sentenza della Corte di Giustizia Europea che ha letteralmente rivoluzionato il concetto stesso di precariato.
La Sentenza del Tribunale di Napoli, intervenuta a favore della stabilizzazione di tre insegnanti precarie, coerente con la sentenza emessa lo scorso 26 novembre 2014, può essere considerata la pietra miliare a partire dalla quale si potrà finalmente mettere fine alle ingiustizie commesse in tutti questi anni nei confronti di migliaia di precari.
E’ proprio sulla base della sentenza della Corte europea che il Tribunale di Napoli ha deciso nel merito di disporre l’assunzione a tempo indeterminato a partire dal primo giorno del 37esimo mese di servizio (in ossequio alla norma comunitaria che vieta la reiterazione dei contratti a tempo determinato oltre i 36 mesi) riconoscendo, altresì, il risarcimento del danno per i periodi di interruzione del lavoro intercorsi dal 36esimo mese fino all’effettiva immissione in ruolo ed il diritto alla ricostruzione di carriera, condannando infine il MIUR al pagamento delle spese legali.
Alla luce di ciò viene confermata la nostra ipotesi sulla possibilità di stabilizzare coloro i quali, in possesso dei requisiti, decideranno di proporre ricorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here