Home fisco e tributi Sovraindebitamento: la procedura di liquidazione dei beni

Sovraindebitamento: la procedura di liquidazione dei beni

 

 

Sei proprietario di un immobile ma hai perso il lavoro e non sai come pagare i tuoi debiti? La banca ha già intrapreso una procedura esecutiva?

Abbiamo la soluzione per te.

La procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento prevede accanto all’accordo di ristrutturazione ed al piano del consumatore anche la procedura di liquidazione dei beni.

Il soggetto sovraindebitato potrà decidere di offrire in liquidazione un bene che sarà oggetto di vendita giudiziale e dal cui ricavato potranno essere soddisfatti tutti i creditori che vantano un titolo lecito e legittimo.

Una volta completata l’esecuzione del programma di liquidazione il giudice potrà disporre la chiusura della procedura ed ordinare la cancellazione di eventuali trascrizioni di pignoramento, iscrizioni relative a diritti di prelazione nonché di ogni altro vincolo.

Ti starai chiedendo qual è la differenza rispetto ad una compravendita tra privati con conseguente distribuzione del ricavato a beneficio dei creditori. La differenza c’è ed è importante approfondire questo aspetto.

Nel caso della compravendita qualora il ricavato non dovesse essere sufficiente a pagare tutti i tuoi debiti potresti subire nuove procedure esecutive. In questo caso subiresti il danno di aver perso l’immobile e la beffa di avere ancora creditori insoddisfatti.

Con la procedura di liquidazione tutto questo non può accadere.

A residuo della stessa, infatti, il giudice, su istanza di parte, può disporre la c.d. esdebitazione ovvero la liberazione di ogni debito residuo.

In questo modo sarai definitivamente liberato da ogni assillo di pagamento a fine mese.

Per qualsiasi chiarimento non esitare a contattarci, il tuo caso verrà dettagliatamente studiato da professionisti esperti e, insieme, otterremo la soluzione più conveniente.

Per comunicare direttamente con il nostro staff legale invia una mail info@leonefell.com

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


9 + 4 =