Home Diritto amministrativo Tra bando e disciplinare… vince il favor partecipationis!

Tra bando e disciplinare… vince il favor partecipationis!

Tra bando e disciplinare… vince il favor partecipationis!
Seppure il bando è fonte gerarchicamente sovraordinata e prevalente rispetto al disciplinare, in caso di equivocità della lex specialis nel suo complesso, deve essere preferita l’interpretazione che consenta la massima partecipazione alla gara. (T.A.R. Puglia – Lecce – Sentenza 2 dicembre 2016 , n. 1835)
appalti3In presenza di clausole di un bando o di un disciplinare ambigue o contraddittorie, deve essere privilegiata l’interpretazione favorevole all’ammissione alla gara invece che quella che tenda all’esclusione di un concorrente. Il canone del favor partecipationis, che sottende anche l’interesse pubblico al massimo dispiegarsi del confronto concorrenziale, consente infatti di individuare l’offerta maggiormente vantaggiosa e conveniente per l’Amministrazione appaltante. Conseguentemente è illegittima l’esclusione dalla gara pronunciata in applicazione di disposizioni di lex specialis che, sebbene corredate dell’espressa comminatoria di esclusione, evidenziano tratti di ambiguità, incertezza o contraddittorietà.

Solo per esigenze di completezza, il Collegio ha rilevato, inoltre che “In presenza di clausole di un bando o di un disciplinare ambigue o contraddittorie, deve essere privilegiata l’interpretazione favorevole all’ammissione alla gara invece che quella che tenda all’esclusione di un concorrente, in ossequio al canone del favor partecipationis, che sottende anche l’interesse pubblico al massimo dispiegarsi del confronto concorrenziale, inteso all’individuazione dell’offerta maggiormente vantaggiosa e conveniente per l’Amministrazione appaltante, dovendo in difetto affermarsi l’illegittimità dell’esclusione dalla gara pronunciata in applicazione di disposizioni di lex specialis che, sebbene corredate dell’espressa comminatoria di esclusione, evidenziano tratti di ambiguità, incertezza o contraddittorietà.

Giuseppe Bruno per Norma.dbi.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


3 + 6 =