estOggi gli Atenei che consentono in concreto il trasferimento dall’estero sono una minoranza.

Infatti, sono molte le Università che ostacolano il rilascio del nulla osta, emettendo provvedimenti di diniego spesso carenti di motivazione.

L’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato chiude una vicenda annosa e detta un principio che pone fine a clamorosi contrasti giurisprudenziali tra gli organi di giustizia amministrativa: da oggi in poi, gli studenti iscritti in una facoltà straniera di Medicina potranno trasferirsi in Italia senza dover superare dei test d’ammissione. 

Nei fatti, con tale sentenza, i Giudici  spalancano le porte del ritorno in Italia agli studenti che, per evitare l’ingiusto ostacolo del quiz d’ingresso, erano emigrati verso gli atenei stranieri.

Si legge nell’ordinanza: “se la prova è volta ad accertare la predisposizione per le discipline oggetto dei corsi è vieppiù chiaro che tale accertamento ha senso solo per i soggetti che si candidano ad entrare da discenti nel sistema universitario, mentre per quelli già inseriti( in università straniere) non si tratta più di accertare , ad un livello di per se presuntivo l’esistenza di una predisposizione di tal fatta , ma valutarne l’impegno  complessivo di apprendimento“.

Raccontaci il tuo caso.

Vai