Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto relativo alla c.d. Fase agevolata del...

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto relativo alla c.d. Fase agevolata del Concorso Scuola 2018

6445
0
CONDIVIDI

Dopo più di un mese è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto relativo alla c.d. Fase transitoria del Concorso scuola, il cui testo può essere scaricato dal seguente link clicca qui.

Concorso Docenti 2018Il decreto disciplina diversi aspetti della procedura concorsuale riferita all’assunzione in ruolo del personale docente abilitato per la scuola secondaria di primo e secondo grado.

Le disposizioni in esso contenute, in particolare, disciplinano:

1) Le modalità di presentazione della domanda:
I candidati possono presentare domanda in un’unica regione per tutte le classi di concorso o tipologie di posto per i quali posseggono i requisiti
2) Le modalità di svolgimento dell’unica prova concorsuale:
Si tratta di una sola prova orale non selettiva, consistente in una lezione simulata e nell’esplicitazione delle scelte didattiche e metodologiche in relazione ai contenuti disciplinari e al contesto scolastico indicati dalla commissione.

In riferimento ai posti comuni, la prova è funzionale alla “valutazione della padronanza delle discipline in relazione alle competenze metodologiche e di progettazione didattica e curricolare anche mediante l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione”.

Con riguardo ai posti di sostegno, costituirà oggetto di valutazione “la competenza del candidato nelle attività di sostegno alla studentessa e allo studente con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l’impiego delle tecnologie normalmente in uso presso le istituzioni scolastiche”.
Infine, la prova orale serve altresì a valutare “la capacità di comprensione e conversazione nella lingua straniera prescelta dal candidato almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue

3) I punteggi attribuibili a ciascun candidato a seguito dello svolgimento della prova orale:

Alla prova orale è assegnato un punteggio massimo di 40 punti, di cui 3 riferibili alla valutazione circa la capacità di comprensione e conversazione in lingua straniera e 3 relativi alle competenze sull’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

A tale punteggio, andrà sommato quello relativo alla valutazione di titoli e servizi, così per come previsto dalla tabella di valutazione allegata al Decreto che, a tal riguardo, prevede l’assegnazione di un massimo di 60 punti relativi a:
titolo di accesso: massimo 34 punti
ulteriori titoli professionali e culturali: massimo 25 punti
pubblicazioni: massimo 9 punti
servizi di insegnamento: massimo 30 punti.

4) Le modalità di costituzione delle graduatorie
Trattandosi di un concorso su base regionale, è prevista la costituzione in ogni regione di una graduatoria di merito per ogni classe di concorso/ambito e per il sostegno in base al punteggio della prova a cui si aggiunge quello di titoli e servizi .

I docenti inclusi in queste graduatorie saranno collocati sulla totalità dei posti rimasti liberi a seguito delle assunzioni dal concorso 2016 e dalle graduatorie da esaurimento sia nel 2018/2109 che nel 2019/2020.

Tale percentuale si riduce negli anni successivi a favore di coloro che hanno maturato tre anni di servizio e del concorso ordinario.

5) Le conseguenze dell’ingresso in graduatoria:

Lo svolgimento della procedura concorsuale serve ad individuare i docenti che, in conformità a quanto previsto dall’art. 17 del D. Lgs. 59/2017, dovranno essere inseriti direttamente al terzo anno del FIT. Agli stessi verrà conferito un incarico di supplenza annuale in una scuola della regione e al contempo svolgeranno le attività previste dal decreto sul terzo anno FIT e saranno soggetti alla valutazione finale dell’anno di prova.

L’assunzione in ruolo avverrà l’anno successivo, previo superamento dell’anno di prova.

6) I soggetti ammessi a partecipare alla procedura concorsuale:
Ai sensi dell’articolo 6 del Decreto possono partecipare i seguenti docenti:

a) i candidati in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento in una o più classi di concorso della scuola secondaria di primo o di secondo grado, o, per i soli posti di sostegno, che aggiungano al titolo abilitante la specializzazione per il sostegno per i medesimi gradi di istruzione, conseguito entro il 31 maggio 2017. I candidati che chiedono di partecipare alle procedure concorsuali per la classe di concorso A23 (Italiano L2) devono possedere i titoli di specializzazione previsti dal decreto del Ministro n. 92 del 23 febbraio 2016.
b) Gli insegnanti tecnico-pratici per i posti comuni purché siano iscritti nelle graduatorie ad esaurimento oppure nella seconda fascia di quelle di istituto, alla data del 31 maggio 2017.
c) Gli insegnanti tecnico-pratici per i posti di sostegno, purché gli stessi abbiano conseguito, in aggiunta alla propria abilitazione, siano specializzati sul sostegno;
d) In riferimento alla procedura concorsuale per i posti di sostegno, i docenti abilitati che conseguano il relativo titolo di specializzazione entro il 30 giugno 2018, nell’ambito di percorsi avviati entro il 31 maggio 2017, ivi compresi quelli disciplinati dal Decreto del Ministro 10 marzo 2017, n. 141.
e) Sono altresì ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito il titolo abilitante o la specializzazione sul sostegno all’estero entro il 31 maggio 2017 abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, entro la data termine per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla procedura concorsuale.
f) Con riserva, i soggetti che posseggono i requisiti per effetto di provvedimenti giudiziari non definitivi.
g) Coloro che hanno conseguito il titolo abilitante o la specializzazione sul sostegno all’estero e che abbiano presentato istanza di riconoscimento del titolo al MIUR.

Infine, in accoglimento della Sentenza della Corte Costituzione dell’8 novembre 2017, il MIUR ha concesso la possibilità di partecipare alla procedura concorsuale agevolata anche al personale già a tempo indeterminato.

Per maggiori informazioni e per scaricare i moduli di adesione clicca qui

Il nostro studio legale ti offre assistenza gratuita durante tutto l’iter, centralino dedicato, area riservata con aggiornamenti in tempo reale, dirette online con possibilità di colloquiare con gli avvocati e livechat su Facebook.

Per rimanere aggiornato iscriviti al nostro gruppo Facebook Concorso docenti 2018

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

CONDIVIDI
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO


8 + 8 =