Home Concorsi Concorso Vice Ispettore Polizia: cosa fare se non si ha copia dell’elaborato?

Concorso Vice Ispettore Polizia: cosa fare se non si ha copia dell’elaborato?

7293d5d3b226bd520f0dec1112a3e767b9fe7265Il Concorso Interno per 1400 Vice Ispettori di Polizia di Stato continua a presentare ulteriori anomalie e criticità.

Migliaia di candidati, infatti, ci hanno segnalato che le proprie istanze d’accesso agli atti, attraverso le quali l’amministrazione rende al richiedente copia dell’elaborato e dei relativi verbali, non sono state ancora riscontrate. Tale fatto, come è facilmente comprensibile, rischia di danneggiare chi, entro il termine del 15 febbraio, vorrebbe presentare ricorso.

Per evitare che i tempi lunghi della burocrazia annientino il diritto di difesa dei concorrenti,  lo studio Legale Leone ha deciso di affiancare i candidati anche in questa delicata fase procedurale. Ed infatti, coloro che ancora non hanno ricevuto risposta alla propria istanza d’accesso agli atti potranno aderire ad una diffida, predisposta gratuitamente dal nostro staff, che avrà l’obiettivo di velocizzare le operazioni di riscontro dell’Amministrazione. Aderire è semplice: basta inviare all’indirizzo mail info@avvocatoleone.com copia della istanza d’accesso già presentate e un documento d’identità.

Cosa accade se, nonostante la diffida, l’Amministrazione non risponde entro il 15 febbraio? Anche in questo caso il nostro studio propone una soluzione che consentirà ad ogni candidato di avere tutela dinnanzi al giudice amministrativo:
1) Presentare in prima battuta un ricorso individuale con i vizi procedurali che costerà 500 € (comprensivo di contributo unificato).
2) Quando si avrà accesso al proprio elaborato, dopo una perizia gratuita del nostro team di esperti, e previa autorizzazione del ricorrente, lo studio procederà ad inoltrare “motivi aggiunti” (comprendenti parere tecnico “pro veritate”, censura sull’irragionevole, illogica e contraddittoria valutazione della prova da parte della commissione d’esame) . In questo caso, sarà dovuta la restante quota di 823 €.

Qualora il compito non dovesse essere valutato sufficiente dai nostri esperti, non sarà dovuta alcuna somma in più (oltre le 500 euro iniziali) e il ricorso continuerà soltanto per i vizi della procedura.

Per proporre il ricorso sarà necessario spedire i moduli di adesione (per scaricare clicca qui) presso lo Studio Legale entro e non oltre il 10 Gennaio.

Per qualunque informazione scrivete nella sezione “Raccontaci il tuo caso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


6 + 2 =