Home Senza categoria Abilitazione all’insegnamento conseguita all’estero, il caso delle agenzie italiane

Abilitazione all’insegnamento conseguita all’estero, il caso delle agenzie italiane

In questi giorni molti di voi ci stanno contattando per chiedere assistenza in merito alle loro pratiche di omologazione dell’abilitazione all’insegnamento conseguita all’estero (in particolare Spagna e Romania).

Ricordiamo che l’abilitazione all’insegnamento in Italia è disciplinata dal D.M. n. 249/2010 e, prima che venisse approvata la nuova disciplina sul FIT,  si conseguiva, tramite l’accesso ad uno dei Tirocini Formativi Attivi (TFA) banditi dal MIUR con cadenza biennale.

In aggiunta agli abilitati tramite TFA in Italia, tuttavia, possono ottenere l’abilitazione all’insegnamento  anche tutti coloro i quali conseguono una abilitazione in un altro paese membro dell’Unione Europea.

Abilitazione all’insegnamento conseguita all’estero, la procedura di riconoscimento

multiculturale-copIl riconoscimento della professione di docente avviene in attuazione del principio della libera circolazione delle professioni sulla base della reciproca fiducia tra i Paesi dell’Unione Europea.

Grazie alla normativa comunitaria, infatti, è possibile conseguire (ad esempio in Spagna) l’abilitazione all’insegnamento frequentando il cosiddetto Master de Formación del Profesorado e riconoscendo il titolo di laurea conseguito in Italia attraverso un procedimento denominato di omologazione.

A seguito di ciò, ai sensi del D.Lgs. 206/2007 in attuazione della Direttiva CE/36/2005, è possibile richiedere in Italia il riconoscimento della formazione acquisita nel paese membro ed ottenere la abilitazione all’insegnamento nelle scuole secondarie italiane.

Il Miur, infatti, riconosce a seguito della presentazione della relativa documentazione, il percorso abilitante conseguito all’estero.

Questa è in breve, la procedura che riguarda i docenti che decidono di intraprendere un percorso abilitante fuori dall’Italia.

Abilitazione all’insegnamento conseguita all’estero, le agenzie in Italia che seguono il procedimento

sosteno_insegnamento_romaniaA seguire e curare tutto l’iter spesso sono intervenute diverse agenzie italiane che dietro laute remunerazioni hanno promesso di risolvere le pratiche utili a far ottenere la relativa abilitazione in tempi record.

In verità, molti docenti, che si sono affidati a tali agenzie e che hanno conseguito l’abilitazione in Romania o in Spagna, non hanno ancora avuto alcun responso circa l’avvenuta omologazione e non sono nemmeno in possesso dei documenti atti a dimostrare l’avvenuta presentazione delle pratiche nei relativi ministeri.

Sembrerebbe che le pratiche presentate siano arenate presso il Ministero dell’Istruzione Spagnolo o Rumeno in attesa della relativa omologazione.

In altri casi a bloccare l’iter sembrerebbe essere il MIUR che tarda ad emettere i decreti di riconoscimento dell’abilitazione per diverse ordini di ragioni. Tra le tante l’assenza del tirocinio o di tutte le certificazioni necessarie ad ottenere il riconoscimento.

Come ha avuto modo di chiarire, infatti, il Ministero stesso in più occasioni il riconoscimento dell’abilitazione conseguita all’estero non è automatico perché  “Tutti gli esami del percorso abilitante, nonché il tirocinio, devono essere svolti nel Paese che rilascia il titolo abilitante e nella lingua di quel Paese. Il riconoscimento del titolo in Italia può essere richiesto solo per gli insegnamenti per i quali il docente si è legalmente abilitato nel Paese che ha rilasciato il titolo e può essere ottenuto a condizione che tali insegnamenti trovino corrispondenza nell’ordinamento scolastico italiano.
Ovvero: l’eventuale rilascio del provvedimento finale avviene soltanto dopo accurata e attenta analisi della documentazione prodotta, nonché dalla verifica dei presupposti giuridico-amministrativi
” (cfr.Abilitazioni all’estero per l’insegnamento, qualche chiarimento)

Alla luce di ciò, l’iter che riguarda le pratiche di riconoscimento è tutt’altro che semplice e veloce.

Per sapere come poter appurare l’iter delle pratiche presentate e constatare se le Agenzie hanno adempiuto ai loro oneri contrattuali potete inviare una mail ad info@avvocatoleone.com.

Per rimanere sempre aggiornato iscriviti al nostro gruppo facebook “Scuola e diritti

Approfondimento a cura dell’avv. Floriana Barbata

2 COMMENTI

  1. Gent. lissimo avvocato
    nel suo commento sul tema delle abilitazioni all’estero lei ha centrato il problema, mio figlio si è recato piu volte in Romania per conseguire l’abilitazione alla fine del percorso ha dato mandato all’agenzia di presentare domanda per il riconoscimento del titolo ma ancora oggi nessuna risposta …cosa possiamo fare….( non abbiamo neanche delle prove dell’istanza).
    grazie
    Arch. Giuseppe La Cagnina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


7 + 6 =