Home Abilitazioni Abilitazione in Romania valida in tutti i Paesi UE, ricorso straordinario per...

Abilitazione in Romania valida in tutti i Paesi UE, ricorso straordinario per il riconoscimento del titolo

bulgariaIl titolo abilitativo conseguito in Romania è valido e consente ai docenti in possesso di partecipare ai concorsi sia in Italia che in tutti i Paesi dell’ Unione europea. E’ quanto afferma la nota del 21 maggio emanata dal Ministero dell’Educazione Nazionale romeno che smentisce la nota del Miur che blocca la convalida dei titoli conseguiti proprio in Romania. Per tale ragione possono proporre ricorso tutti quei docenti che, avendo ottenuto l’abilitazione all’insegnamento in Romania, alla presentazione dell’istanza di convalida non hanno ricevuto risposta dal Ministero, sia coloro che hanno invece ricevuto il rigetto dell’istanza.

Il titolo rilasciato in Romania infatti rispetterebbe la Direttiva Europea n.36/2005 e n.55/2013 e la nota precisa espressamente che “in conformità con le disposizioni dell’art.108 comma 1 della Metodologia-quadro riguardante la immobilità degli insegnanti dell’istruzione preuniversitaria nell’a.s.2019.2020, approvata tramite OMEN 5460/2018 con le variazioni ed inserzioni successive: I cittadini degli stati membri dell’Unione europea che compiono le condizioni necessarie di studi riconosciuti/equiparati dal Ministero dell’Educazione nazionale oppure hanno studiato in Romania, hanno il diritto di partecipare ai concorsi di occupazione dei posti d’insegnante/cattedre libere/riservate dell’istruzione preuniversitaria e, in base ai risultati ottenuti al concorso, possono essere impiegati a termine determinate o indeterminato. La metodologia quadro riguardante la mobilità del personale docente dell’istruzione preuniversitaria nell’a.s. 2019/2020 approvata tramite l’OMEN n.5460/2018…è disponibile su http://titularizare.edu.ro/2019/”.

Come vi avevamo già comunicato, il nostro Studio legale ha avviato una proficua collaborazione con l’avvocato romeno Mihaela Munteanu che, lo scorso 29 maggio, è stata ricevuta, in forma ufficiale, dal Consigliere del Segretario di Stato del Ministero dell’Istruzione rumeno. Durante il colloquio sono stati evidenziati gli aspetti che riguardano il riconoscimento del titolo ottenuto dai docenti abilitati in Romania. Dopo aver visionato la nota del Miur, lo stesso Consigliere ha espresso serie perplessità su quanto sta accadendo in Italia: una situazione che egli stesso ha definito paradossale e grottesca e ha sollecitato un interesse immediato affinché venga ristabilita la verità e la legalità che è stata negata ai docenti italiani abilitati in Romania.

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso clicca qui

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


7 + 1 =