Home #IOINSEGNO Abilitazione in Romania, vittoria al Consiglio di Stato per i nostri ricorrenti!

Abilitazione in Romania, vittoria al Consiglio di Stato per i nostri ricorrenti!

Il Consiglio di Stato ha ribaltato le sentenze di rigetto del Tar, confermando l’abilitazione all’insegnamento conseguita in Romania! I giudici amministrativi hanno accolto l’appello di una decina di docenti, nostri ricorrenti, che avevano ottenuto un rigetto dal Tar al riconoscimento del suo percorso abilitativo.

“A fronte della sussistenza in capo all’odierno appellante – si legge in una delle ordinanze – sia del titolo di studio richiesto, la laurea conseguita in Italia (ex sé rilevante, senza necessità di mutuo riconoscimento reciproco), sia della qualificazione abilitante all’insegnamento, conseguita presso un paese europeo, non sussistono i presupposti per il contestato diniego. Va quindi sospesa l’esecutività della sentenza impugnata, disponendo nel contempo la sospensione del diniego impugnato in primo grado”.

Con queste ordinanze, riconosciuto il titolo abilitativo conseguiito in Romania, i docenti avranno la possibilità, una volta espletato il concorso di cui al ddg 85/2018, di entrare in ruolo.

Alla luce di questa ennesima conferma, che ha ispirato anche i giudici del Tar che hanno di recente accolto i nostri ricorsi, chiunque abbia ottenuto un rigetto dal Miur o un’ordinanza di rigetto di primo grado può rivolgersi al nostro Studio e ottenere il riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento conseguita in Romania.

Per ulteriori dubbi o comunicazioni con il nostro staff legale invia una mail a info@leonefell.com. Per rimanere aggiornato iscriviti al nostro gruppo facebook “Scuola, Precariato e Concorsi”. 

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


5 + 9 =