Home #IOINSEGNO AFAM: il Giudice del lavoro inserisce di diritto i ricorrenti in seconda...

AFAM: il Giudice del lavoro inserisce di diritto i ricorrenti in seconda fascia

AFAM: il Giudice del lavoro inserisce di diritto i ricorrenti in seconda fascia

arton29914Com’è noto, si è in attesa della pubblicazione dei decreti di aggiornamento delle Graduatorie di Istituto per il prossimo triennio da parte del MIUR.

In ragione di tale circostanza, molte persone non ancora inserite in II fascia di Istituto in quanto non in possesso del titolo abilitativo hanno deciso di promuovere ricorsi d’urgenza volti ad ottenere immediatamente il riconoscimento del diritto di essere inseriti in II fascia.

Molti ricorrenti si sono rivolti al nostro studio per promuovere ricorso già prima della pubblicazione del decreto al fine di ottenere la dichiarazione che il titolo che posseggono è equipollente a quello abilitante e, pertanto, riuscire, al momento della pubblicazione del decreto ad essere inseriti, d’ufficio, in graduatorie di istituto di II fascia.

Lo Studio legale, in ragione delle pronunce positive che si riportano di seguito, ha deciso di intraprendere questa strada limitatamente ai docenti AFAM.

Ed, invero, in virtù del combinato disposto dei commi 102, 103 e 107 dell’art. 1 della L. n. 228/2012 il diploma AFAM vecchio ordinamento è equiparato ai diplomi accademici di Il livello.

Orbene, il d.m.n. 323/14, benché consideri titolo equipollente all’abilitazione all’insegnamento il diploma di maturità magistrale conseguito entro il 2002, non contempla il diploma di istituzioni definite di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) rilasciato ante L. 503/99.

Dramma-a-scuolaTuttavia, una Sentenza del GdL di Pavia (del 14 settembre 2016), sottolineando l’irragionevolezza della scelta di non includere il diploma AFAM tra i titoli equipollenti all’abilitazione, ha aperto il passo al riconoscimento, anche da parte del Giudice Ordinario, dei diplomi in parola quali titoli abilitanti. I ricorrenti, due docenti in possesso del diploma di conservatorio, inseriti nella terza fascia delle Graduatorie di Istituto, hanno ottenuto l’inserimento in seconda fascia delle  stesse Graduatorie.

Nello stesso senso si è espresso il Tribunale di Brindisi con sentenza n. 23320 del 14 dicembre 2016 in accoglimento di ricorso ex art. 700 c.p.c.

Analogamente, il Giudice del Lavoro di Salerno, con una sentenza datata 26 gennaio 2017, ha disposto l’inserimento in seconda fascia di sette docenti che secondo il MIUR erano destinati alla terza fascia poiché non abilitati, condannando il Ministero al pagamento delle spese processuali.

Così si sono pure pronunciati almeno il GdL di Vallo della Lucania in data  9 febbraio 2017 e il Tribunale di Salerno nel marzo 2017.

Per chi volesse aderire può cliccare qui

Per qualsiasi informazione invia una mail all’indirizzo [email protected] o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Scopri l’avvocato a te più vicino visualizzando i legal point de “LA RETE DEI DIRITTI”.

 

Per restare aggiornati sulle nostre azioni iscrivetevi al nostro gruppo FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here