Home Concorsi Concorso per Dirigenti scolastici, i candidati: “Prova alienante e frustrante”

Concorso per Dirigenti scolastici, i candidati: “Prova alienante e frustrante”

1510
0

Una prova alienante e frustrante quella che migliaia di aspiranti dirigenti scolastici hanno dovuto affrontare lo scorso 18 ottobre. Tante le segnalazioni pervenute in studio e il tenore dei messaggi rivela una certa delusione e amarezza per una prova che avrebbe dovuto accertare le competenze di un futuro dirigente, non l’abilità a svolgere una prova fuori da ogni logica.

Poco tempo a disposizione per i cinque quesiti a risposta breve e due a risposta multipla in lingua straniera livello B2: solo 150 minuti per la comprensione di brani molto lunghi e che il sistema non riusciva a gestire in maniera uniforme, bensì frammentando il testo tra più schermate. Il tutto complicato dalla disabilitazione delle normali funzioni di un qualsiasi programma di scrittura (copia, taglia e incolla). In pratica – raccontano i docenti – è stato come avere una macchina da scrivere dei primi del ‘900. Anche le sale non sarebbero state adeguate, troppo piccole e buie.

Inoltre, tra le altre irregolarità riscontrate, ci sarebbe la disparità di trattamento tra una sede e l’altra. Alcuni docenti lamentano il fatto di non aver potuto consultare dei testi che invece altri candidati avrebbero tranquillamente usato per lo svolgimento della prova.

Altra discriminazione, riguarda la conoscenza dei criteri di correzione e valutazione, resi noti 24 ore prima dello svolgimento della prova. Prova che si è svolta contemporaneamente, ad eccezione per la Sardegna, a causa dell’allerta meteo. I colleghi isolani sarebbero stati così avvantaggiati, avendo svolto la prova in un giorno differente e avendo di fatto più tempo per studiare i criteri di valutazione.

Il nostro studio legale sta seguendo con attenzione lo svolgimento dell’intera selezione ed è pronto a tutelare tutti i docenti che ritengono di aver subito un torto.

Per qualsiasi informazione o segnalazione invia una mail a info@leonefell.com

newsletter

Per non perdere le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai, direttamente nella tua casella di posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali in corso, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora. 

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


7 + 3 =