Home Scuola Concorso Docenti Scuola Primaria e dell’Infanzia 2018, al via il ricorso

Concorso Docenti Scuola Primaria e dell’Infanzia 2018, al via il ricorso

Concorso Docenti Scuola Primaria e dell’Infanzia 2018, pubblicato il bando in Gazzetta Ufficiale.

Pubblicato  il bando di Concorso per la Scuola Primaria e dell’Infanzia, riservato ai docenti in possesso dei requisiti indicati all’art. 3. Clicca qui per leggere il bando.

In particolare, potranno presentare domande di partecipazione entro il 12 dicembre, i candidati in possesso dei seguenti titoli:

a) titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, purche’ i docenti in possesso dei predetti titoli abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici (2010/11-2017/2018), presso le istituzioni scolastiche statali, almeno due annualita’ di servizio specifico rispettivamente sulla scuola dell’infanzia o primaria, anche non continuative, sia su posto comune che di sostegno. Il servizio a tempo determinato e’ valutato ai sensi dell’art. 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124;

b) diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002, purche’ i docenti in possesso dei predetti titoli abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici (2010/11-2017/2018), presso le istituzioni scolastiche statali almeno due annualita’ di servizio specifico, rispettivamente sulla scuola dell’infanzia o primaria, anche non continuative, sia su posto comune che di sostegno. Il servizio a tempo determinato e’ valutato ai sensi dell’art. 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124;

c) per le procedure per i posti di sostegno su infanzia e primaria, oltre al possesso di uno dei titoli di cui alle lettere a) e b), e’ richiesto il possesso dello specifico titolo di specializzazione e sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o di analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

2. Sono ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito il titolo abilitante o la specializzazione sul sostegno all’estero, abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, entro la data termine per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla procedura concorsuale.

3. Sono, altresi’, ammessi con riserva alla procedura concorsuale per posti di sostegno i docenti che conseguano il relativo titolo di specializzazione entro il 1° dicembre 2018, nell’ambito di percorsi avviati entro il 31 maggio 2017, ivi compresi quelli disciplinati dal decreto del Ministro 10 marzo 2017, n. 141, come modificato dal  decreto 13 aprile 2017, n. 226″.

Ebbene, il Bando replica numerose illegittimità che il nostro studio aveva già riscontrato nel presupposto Regolamento concorsuale.

In particolare, il Bando esclude illegittimamente diverse categorie di docenti che invece avrebbero dovuto essere ammesse alla partecipazione al concorso.

Per tale ragione, il nostro studio ha deciso di intraprendere diverse azioni legali per tutelare i docenti illegittimamente esclusi, ovvero:

1) laureati in Scienze della formazione primaria con servizio insufficiente ma che raggiungono i due anni richiesti dal MIUR grazie al tirocinio ;

2) laureati in Scienze della formazione primaria che hanno superato precedenti concorsi, dimostrando dunque l’idoneità all’insegnamento;

3) diplomati magistrale con 24 mesi di servizio anche precedenti agli ultimi 8 anni (irragionevole discriminazione rispetto a coloro che hanno prestato servizio negli ultimi otto anni);

4) docenti che hanno svolto i 2 anni di servizio nelle scuole paritarie;

5) docenti in possesso di Diploma Magistrale con due anni di servizio svolto tra scuola paritaria e statale;

6) diplomati magistrale ante 2001 senza servizio;

7) specializzati su sostegno all’estero senza servizio;

8) specializzati su sostegno con o senza servizio che conseguano all’estero  il relativo titolo di specializzazione entro il 1° dicembre 2018.

Per avere maggiori informazioni o per aderire al ricorso clicca qui

4 COMMENTI

  1. Buongiorno io ho conseguito il diploma liceo socio-psico-pedagogico nell’anno 2000 e non ho mai esercitato questa professione da quest’anno a seguito dell’invio di una mia MAD sricopro il ruolo di insegnante di sostegno presso una scuola primaria con contratto fino a giugno 2019.vorrei continuare questo lavoro avrei i requisiti per il ricorso?!

  2. Buongiorno,
    mi segnate per favore i costi per l’adesione al ricorso.
    Inoltre, in presenza del solo diploma Magistrale abilitante, consigliate di presentare comunque la domanda di partecipazione cartacea al Miur??
    Ringrazio per il gradito riscontro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


4 + 5 =