Home Ricorso straordinario Concorso scuola Primaria e Infanzia

Ricorso straordinario Concorso scuola Primaria e Infanzia

10600
0

CONCORSO SCUOLA

Bando Concorso Scuola Primaria e Infanzia

Pubblicato il bando di Concorso per la Scuola Primaria e dell’Infanzia.

Come avevamo già preannunciato, il concorso è riservato a coloro che hanno maturato ad oggi i requisiti stringenti individuati dall’art. 3 del Bando.

In particolare, alla procedura concorsuale potranno partecipare  solo i docenti diplomati Magistrale entro l’a.s. 2001/02 o con diploma sperimentale a indirizzo linguistico e i laureati in Scienze della Formazione Primaria che abbiano svolto, presso le scuole statali, nel corso degli ultimi otto anni scolastici, almeno due annualità di servizio specifico nella scuola dell’infanzia o primaria, anche non continuative, sia su posto comune che di sostegno.

Il concorso nasce per sanare la grave situazione creatasi con l’Adunanza Plenaria del dicembre 2017. Tuttavia, a causa della previsione di requisiti eccessivamente stringenti ed arbitrari, non riesce a soddisfare questa esigenza.

Sono diversi i vizi presenti nel Bando che esclude illegittimamente parecchie categorie di docenti, i quali pertanto potranno presentare ricorso. Per tale ragione, il nostro Studio ha deciso di intraprendere azioni legali per tutelare i docenti illegittimamente esclusi.

OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE

  • Ammissione dei ricorrenti al Concorso Scuola Primaria e Infanzia

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

Il bando di concorso dovrà essere impugnato  da tutti i docenti interessati ed in particolare da:

1) laureati in Scienze della formazione primaria con servizio insufficiente ma che raggiungono i due anni richiesti dal MIUR grazie al tirocinio ;

2) laureati in Scienze della formazione primaria che hanno superato precedenti concorsi, dimostrando dunque l’idoneità all’insegnamento;

3) diplomati magistrale con 24 mesi di servizio anche precedenti agli ultimi 8 anni (irragionevole discriminazione rispetto a coloro che hanno prestato servizio negli ultimi otto anni);

4) docenti che hanno svolto i 2 anni di servizio nelle scuole paritarie;

5) docenti in possesso di Diploma Magistrale con due anni di servizio svolto tra scuola paritaria e statale;

6) diplomati magistrale ante 2001 senza servizio;

7) specializzati su sostegno all’estero senza servizio;

8) specializzati su sostegno con o senza servizio che conseguano all’estero  il relativo titolo di specializzazione entro il 1° dicembre 2018.

TERMINE DI ADESIONE

Il termine ultimo di adesione al ricorso 15/01/2019

AUTORITÀ ADITA

Autorità giudiziaria amministrativa

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Vittoria per i nostri ricorrenti: riconosciuto il periodo di lavoro presso...

servizio pre-ruolo
Avevano prestato servizio come docenti nella scuola paritaria rispettivamente per 11 e 14 anni, ma tale periodo non era stato loro riconosciuto. Per tale ragione avevano...

Concorso docenti e personale ATA da destinare all’estero: al via il...

abilitazione in Spagna
Il Miur, con Decreto n. 2021 pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 2 del 08/01/2019, ha emanato il bando di selezione di docenti e personale...

Mobilità e 104, vittoria per una nostra ricorrente trasferita nella sede...

104
Accolto il ricorso di una docente palermitana, nostra ricorrente, a cui non era stata accettata la domanda di trasferimento. Assegnata a Lucca, in Toscana,...

Corsi di specializzazione Tfa sul sostegno, il ricorso per i docenti...

tfa sostegno
Il Ministero dell’Istruzione ha chiarito che il decreto istitutivo del corso di specializzazione Tfa sul sostegno sarà riservato ai soli docenti in possesso di “abilitazione”. I posti a disposizione...

Concorso Scuola, al via il ricorso per accantonamento posti Fit 2018

concorso scuola
Per recuperare i numerosi posti non assegnati, il Miur ha stabilito che i soli docenti presenti, a pieno titolo, nelle graduatorie di merito del Concorso 2018 (Fase...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.