Home Concorsi Concorso Magistrato (360 posti), il punto sulle domande irricevibili

Concorso Magistrato (360 posti), il punto sulle domande irricevibili

Concorso a 360 posti di Magistrato ordinario per il 2017, moltissime domande irricevibili.

Lo scorso 10 aprile è stato pubblicato, sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia, l’elenco dei candidati al prossimo concorso a 360 posti a Magistrato ordinario le cui domande sono risultate irricevibili.

I candidati che risultano non aver completato – o aver completato erroneamente – la procedura di compilazione e trasmissione della domanda, da effettuarsi telematicamente, sono più di 800.

o-MAGISTRATURA-DEMOCRATICA-facebook.jpg--Il nostro staff ha ricevuto alcune segnalazioni inerenti a cause di irricevibilità di alcune domande, le quali, se effettivamente verificate, risulterebbero illegittime, alla luce del consolidato orientamento giurisprudenziale in materia, per violazione dell’Art. 65 del D. Lgs. 82/2005.

E invero, alcuni dei candidati dai quali siamo stati contatti lamentano il fatto che la propria domanda sia stata dichiarata irricivibile a causa della mancata allegazione della carta di identità nonostante la sottoscrizione del PDF riportante la domanda, automaticamente generato dal sistema, sia stata effettuata con le modalità di firma digitale e non con firma analogica.

Sul punto, si richiama un recente orientamento del Consiglio di Stato il quale ha espressamente ribadito che “il Cad considera il documento informatico sottoscritto con firma digitale quale documento che fa piena prova, ex art.2702 cod.civ., della provenienza da parte del soggetto che lo ha sottoscritto digitalmente e quale documento la cui integrità ed immodificabilità sono garantite dall’osservanza di date regole tecniche e ulteriormente prescrive che la dichiarazione sostitutiva di notorietà racchiusa in documento informatico sottoscritto con firma digitale è equivalente alla dichiarazione sottoscritta con firma autografa apposta in presenza del dipendente addetto al procedimento: e cioè alla dichiarazione resa con modalità tali da non richiedere l’allegazione di alcuna copia di documento di identità”.

Se, quindi, fosse confermato che quella sopra descritta sia stata una delle effettive cause che hanno portato alla dichiarazione di irricevibilità delle domande, l’esclusione dall’ormai prossimo concorso sarebbe da considerarsi illegittima.

Per segnalare il tuo caso o ricevere una consulenza invia una mail all’indirizzo [email protected]leone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here