Home #IOINSEGNO Concorso per il sostegno, Palermo: spariti due plichi

Concorso per il sostegno, Palermo: spariti due plichi

Concorso per il sostegnoConcorso per il sostegno, Palermo: spariti due plichi

Palermo: Due plichi delle prove scritte del concorso per il sostegno nelle scuole medie sono stati smarriti nelle stanze dell’Ufficio scolastico regionale. La procedura concorsuale è andata letteralmente in tilt. Nella giornata di martedì, l’Usr ha convocato i 32 candidati, di cui si sono persi tutti i dati anagrafici, all’istituto Pio La Torre, la sede designata per lo svolgimento della prova scritta, svoltasi alla fine del mese di maggio scorso.

Concorso per il sostegno, 93 aspiranti professori

Per questa classe di concorso gli aspiranti professori sono 93, pertanto il numero dei candidati convocati dopo lo smarrimento dei plichi ammonta a quasi un terzo del totale. Un vero e proprio “pasticciaccio” quello materializzatosi ieri, che conferma quanto denunciato spesso dal nostro staff, e cioè che i concorsi pubblici avrebbero bisogno di nuove regole ma soprattutto nuove garanzie a tutela di tutti i partecipanti. Il fatto, invero, non rappresenta una novità e quasi non fa più notizia. Cosa, quindi, si è cercato di fare? Come risolvere il triste episodio?

Concorso per il sostegno, quale soluzione intrapresa?

Il tentativo è stato quello di “ricostruire” le postazioni in cui i candidati hanno fatto la prima prova per risalire, grazie all’intervento del Cineca, il Consorzio (ben noto nell’ambito dei concorsi pubblici visto che si è occupato di monitorare tutto lo svolgimento dei test di medicina nei vari anni, test che di certo non sono andati benissimo quanto a regolarità) che gestisce le procedure del concorso, ai codici identificati del candidato per associare i nomi alle prove scritte rimaste anonime.

Concorso per il sostegno, cosa c’era nei plichi?

Concorso per il sostegno 2Nei plichi perduti si trovavano i verbali d’aula del giorno della prima prova e le anagrafiche dei candidati. Le dichiarazioni che l’Usr ha rilasciato cercano di placare sul nascere polemiche e allarmismi: “Abbiamo convocato i candidati – dice Luca Girardi dell’Usr – per ricostruire la situazione e rigenerare i codici per fare gli abbinamenti con le prove scritte. Non è il caso di creare allarmismi, in poco tempo sistemeremo tutto per prepararci alla prova orale prevista ad agosto”.

Concorso per il sostegno, scoppia la rabbia sul web

Intanto sui gruppi Facebook formati dai docenti in tanti minacciano di fare ricorso e di bloccare tutto. “Non c’è alcuna trasparenza – dicono i prof su Facebook – Alla faccia delle regole. I candidati dovevano rifiutarsi e invalidare tutto. È giusto denunciare subito il fatto alle autorità competenti”.

Concorso per il sostegno, valutiamo un’azione legale

Lo studio legale Leone-Fell &associati sta valutando la possibilità di intraprendere un’azione legale per i fatti accaduti.

Per qualsiasi segnalazione o chiarimenti sulla vicenda scrivete a “Raccontaci il tuo caso”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


2 + 6 =