Home Concorsi Concorso per infermieri, illegittimi i quiz: il Tar annulla il concorso

Concorso per infermieri, illegittimi i quiz: il Tar annulla il concorso

infermieriAvevano svolto la prova scritta del concorso per 5 infermieri al Policlinico “G. Martino” di Messina, rispondendo a quiz a risposta multipla. Rilevata l’illegittimità della prova, il Tar Sicilia ha annullato il concorso.

Il Dpr 27 marzo 2001 n.220 disciplina all’art. 39 la procedura da seguire per il reclutamento, tramite concorso per titoli ed esami, di personale da inquadrare nel profilo di collaboratore professionale sanitario, prevedendo all’art. 43, in primo luogo, che le prove di esame dei profili della categoria D sono articolati in una prova scritta, in una prova pratica e una prova orale, e che i bandi di concorso stabiliscono l’oggetto delle singole prove prevedendo che la prova scritta possa consistere anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica, che la prova pratica consiste nell’esecuzione di tecniche specifiche o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta e che la prova orale comprenda, oltre che elementi di informatica, anche la verifica della conoscenza almeno a livello iniziale di una lingua straniera scelta tra quelle indicate nel bando di concorso.

“È fuori di dubbio – scrivono i giudici del Tar – che per “prova scritta” debba intendersi, in generale e nel silenzio della normativa, la redazione di un elaborato su un tema assegnato dalla Commissione di concorso, costituendo tutte le ulteriori e diverse modalità di svolgimento della prova scritta delle specificazioni possibili soltanto a fronte di un’espressa previsione di legge o di regolamento. Se, dunque, il dettato normativo nulla precisa, la “prova scritta” non può che consistere soltanto ed esclusivamente nella redazione di un elaborato. Nel caso in esame, l’art. 43, co. 2, D.P.R. 27 marzo 2001 n. 220 prevede che la prova scritta poteva consistere “anche” nella soluzione di “quesiti a risposta sintetica” e non financo di quesiti a risposta multipla. La ratio legis è evidente, se si considera che la risposta sintetica implica un approccio critico che consente di saggiare la preparazione del candidato molto più di quanto non si possa desumere dal quesito a riposta multipla”.

Per il Tar sussiste, dunque, l’illegittimità tanto del bando (nella parte in cui prevede la possibilità di svolgimento della prova scritta tramite test a risposta multipla) quanto della prova stessa, essendo stata prevista con la formula di quiz a risposta multipla. Pertanto, ha disposto l’annullamento del concorso.

Alla luce di questa importante decisione, tutti coloro che hanno partecipato a un concorso per infermieri e hanno svolto una prova scritta con quiz a risposta multipla possono proporre ricorso per chiedere l’annullamento del concorso.

Per contattare il nostro staff legale invia una mail a info@leonefell.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


3 + 6 =