Lo scorso Maggio è stato notificato all’Ateneo di Catania, e ad alcuni studenti iscritti in sovrannumero presso il predetto ateneo, un ricorso al Tar Catania con cui una decina di studenti – entrati a medicina con il superamento dei test d’ingresso – ha contestato la validità e la legittimità delle immatricolazioni in sovrannumero dei 350 studenti catanesi che, tramite vari ricorsi al Tar, sono stati regolarmente iscritti presso l’ateneo catanese.

In particolare, i dieci giovani ricorrenti contesterebbero il fatto che un numero così elevato di iscritti in sovrannumero ha compromesso in modo irrimediabile la didattica, lo svolgimento degli esami e l’espletamento dei tirocini formativi.

A preoccupare i ricorrenti, inoltre, sarebbe il futuro, potenziale, esaurimento dei posti messi a disposizione per l’accesso alle Scuole di specializzazione (salvo il fatto che gli stessi ricorrenti – ad oggi iscritti al primo anno – dovrebbero comunque prima concludere il percorso formativo).

IMG-20150609-WA0014In altre parole, la Facoltà di Medicina di Catania sarebbe nel caos a causa dei ricorsi vinti contro la violazione dell’anonimato e, in ragione di ciò, sarebbe impossibile per chiunque frequentare proficuamente il corso di studi. La soluzione per ovviare a tali presunte difficoltà sarebbe defenestrare tutti gli immatricolati in sovrannumero! (Leggi cosa ha scritto Live Sicilia sul ricorso cliccando qui)

Il nostro studio, che con successo ha patrocinato centinaia di azione legali di giovani aspiranti medici, ha deciso di scendere in campo al loro fianco e difendere la loro permanenza in Facoltà.

IMG-20150609-WA0007A tal proposito ieri si è svolto a Catania l’incontro tra il nostro staff e tutti gli studenti di medicina vincitori di ricorso.  L’evento, al quale hanno partecipato più di cento di studenti iscritti in sovrannumero, è servito ad esporre le tesi dei dieci ricorrenti e a concordare le opportune contromisure processuali. In particolare, lo studio ha dato il via ad un intervento in opposizione alle contestazioni sollevate da parte ricorrente.

L’azione volta a tutelare i diritti dei ricorrenti sarà totalmente gratuita e rappresenta per il nostro studio un ulteriore battaglia da vincere.

Coloro che vorranno partecipare con noi a questa ulteriore sfida potranno scaricare i moduli di adesione cliccando qui. (Si ricorda che possono partecipare a questa azione tutti coloro che hanno avuto accesso in sovrannumero all’università di Catania)

Raccontaci il tuo caso.

Vai

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


8 + 8 =