Home Concorsi Coronavirus e Concorsi, è possibile partecipare?

Coronavirus e Concorsi, è possibile partecipare?

concorsiConcorsi sospesi, pubblici e privati, ad eccezione dei casi in cui la valutazione dei candidati è effettuata su basi curriculari ovvero in modalità telematica.

Sono esclusi dalla sospensione i concorsi del personale sanitario, ivi compresi gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo, e quelli della protezione civile, i quali devono svolgersi preferibilmente con modalità a distanza o, in caso contrario, garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Quelle appena scritte, sono le nuove regole disposte dal Governo con i provvedimenti (DPCM) dell’8 e 9 marzo.

Vuoi sapere di più ed essere informato sui diritti dei cittadini al tempo del coronavirus? Iscriviti al nostro gruppo Facebook «Coronavirus i diritti dei Cittadini».

Coronavirus e Concorsi in svolgimento, le regole minime da rispettare per il regolare svolgimento della selezione

Per i concorsi pubblici, è subito sceso in campo il Ministro della Funzione Pubblica che, con un’apposita circolare, ha richiesto di far rispettare una serie di prescrizioni per i concorsi in atto.
Per il momento, le nuove indicazioni mescolano buon senso e regole generiche che, tuttavia, potrebbero essere difficili da tradurre in pratica.

Il Ministero della Funzione Pubblica ha inoltre annunciato la prossima implementazione di nuove modalità di svolgimento dei concorsi, al fine di non sospenderli completamente ma di limitarne la durata e rendere più snelle le procedure selettive.

Coronavirus e Concorsi, comprovato motivo per spostarsi

Ad oggi, gli unici concorsi che nei fatti sono in corso di svolgimento, sono quelli in ambito sanitario o quelli per assumere personale nei ranghi della protezione civile. Residuali, infatti, sono le ipotesi di concorsi differenti svolti su basi curriculari ovvero in modalità telematica.

Molti ci hanno scritto chiedendoci se è possibile raggiungere i luoghi, anche molto distanti, in cui si stanno svolgendo selezioni pubbliche che richiedono la presenza fisica dei candidati.
Sul punto, è intervenuto il Governo laddove ha prescritto la possibilità di spostarsi nella nostra nazione per comprovati motivi lavorativi o situazione di necessità.

È chiaro, pertanto, che i partecipanti ai concorsi pubblici potranno spostarsi per raggiungere il luogo in cui è disposta la prova. È altrettanto chiaro questi soggetti devono munirsi di apposita autodichiarazione in cui riferiscono la (lecita) motivazione per cui si spostano.

La dichiarazione, potrà essere compilata anche direttamente di fronte alle forze dell’ordine. Tuttavia consigliamo di portare dietro una copia in modo da favorire il lavoro degli organi addetti al controllo (clicca qui per scaricare il modello di autodichiarazione).

Dall’altro lato, purtroppo, stiamo registrando molte difficoltà per i candidati che devono raggiungere il luogo in cui è in atto la selezione. Ciò a causa di evidenti disservizi e blocchi delle compagnie di trasporto. Il nostro consiglio è quello, per quanto possibile, di organizzarsi e raggiungere la sede di svolgimento della selezione.

Vuoi sapere di più ed essere informato sui diritti dei cittadini al tempo del coronavirus? Iscriviti al nostro gruppo Facebook «Coronavirus i diritti dei Cittadini».

Coronavirus e colloqui presso datori di lavoro privati

Anche le selezioni private sono sospese in forza dei nuovi decreti.

Tuttavia, riteniamo che il Governo non abbia inciso sui datori privati che, in caso di necessità, vogliamo assumere dei lavoratori, fissandone il relativo colloquio individuale. Ad ogni modo, qualora decidano di effettuare il colloquio, è necessario che i datori di lavori preferiscano modalità telematiche che riducano il rischio di contagio. Qualora ciò non sia possibile, il datore deve quantomeno garantire gli standard minimi di sicurezza quali, ad esempio, la distanza interpersonale.

Sono, invece, certamente da escludere le selezioni private che comportino una selezione, nello stesso luogo, di diversi candidati partecipanti.
Su questa tipologia di assunzione, il decreto è stato chiaro; è possibile farlo solo attraverso valutazioni curriculari ovvero in modalità telematica.

Per qualunque richiesta o informazione scrivici a info@leonefell.com o compila questo form

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


2 + 6 =