Home Concorsi Funzionari giudiziari, domande errate: nuova vittoria al Tar!

Funzionari giudiziari, domande errate: nuova vittoria al Tar!

Nuove vittorie al Tar per un nostro ricorrente che aveva preso parte alla prova preselettiva del concorso per Funzionari giudiziari! Dopo aver confermato le nostre tesi e l’erroneità di una domanda, il Tar Lazio ammette un altro nostro ricorrente alla prova scritta, confermando l’inesattezza di ulteriori due quesiti: 

N. 17 – In quale dei seguenti numeri la somma delle cifre è multipla di se stesso e di 1?

A. 1740;
B. 7657;
C. 4999;
D. 4174.

N. 28 – Il Parlamento italiano in seduta comune svolge una serie di funzioni; tra le quali:

A. Avvia il procedimento di ritiro delle milizie dai campi profughi;
B. Il Ministro dell’Interno, ma non quello degli Esteri che si nomina in seduta segreta per garantire la tutela del nome;
C. Elegge i componenti del CSM per 2/3 tra professori ordinari della Università ed Avvocati da 15 anni;
D. Avvia il procedimento di ritiro delle forze armate dalle missioni pace.

Secondo la commissione che ha redatto il questionario, la risposta esatta al quesito n. 17 sarebbe la C «4999», mentre il nostro ricorrente non ha risposto, non individuando una risposta corretta. Il nostro esperto aveva infatti dichiarato che «Non si può quindi fornire una risposta univoca; selezionare una qualunque risposta non sarebbe corretto, perché l’unica risposta matematicamente corretta consisterebbe nel selezionare tutte e 4 le risposte».

Sempre secondo la commissione, la risposta corretta al quesito n. 28 sarebbe la C «Elegge i componenti del CSM per 2/3 tra professori ordinari della Università ed Avvocati da 15 anni». Tale risposta non può essere considerata corretta in quanto, in realtà, ai sensi dell’art. 104 cost., «gli altri componenti sono eletti per due terzi da tutti i magistrati ordinari tra gli appartenenti alle varie categorie, e per un terzo dal Parlamento in seduta comune tra professori ordinari di università in materie giuridiche ed avvocati dopo quindici anni di esercizio».

La correzione del punteggio relativo alle domande errate avrebbe permesso al candidato di partecipare alle successive prove del concorso. I giudici amministrativi hanno accolto le nostre tesi e disposto l’ammissione alla prova scritta.

Se hai partecipato a un concorso e sei stato escluso, ma nel test hai individuato domande errate, contatta il nostro Studio legale inviando una mail a info@leonefell.com per ottenere la dovuta tutela.

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


2 + 3 =