Home #IOMERITO Idonei e vincitori di concorsi, i casi di Roma Capitale e del...

Idonei e vincitori di concorsi, i casi di Roma Capitale e del Policlinico Tor Vergata

Idonei e vincitori di concorsi: due casi interessanti

Continua la nostra campagna #IOMERITO, per la tutela dei vincitori e degli idonei di concorso pubblico i cui diritti continuano ad essere calpestati dalle Pubbliche Amministrazioni.

Con il focus odierno andiamo a descrivere due differenti casi, entrambi verificatisi nella Regione Lazio, che hanno visto il mancato rispetto da parte delle Amministrazioni delle norme vigenti nel nostro ordinamento in materia di pubblico impiego.

IL CASO DI ROMA CAPITALE

A seguito dell’espletamento delle prove concorsuali per l’assunzione a tempo determinato di n. 230 “operatori rilevazioni sistemiche”, è stata pubblicata, nell’agosto del 2013, la graduatoria definitiva dei vincitori, per i quali si sarebbe provveduto all’assunzione con contratti di lavoro aventi durata biennale.

Ebbene, da allora, l’amministrazione non ha mai provveduto all’assunzione di tutti i vincitori, adducendo motivazioni scarne ed aleatorie legate alla mancanza delle risorse necessarie per procedere alle assunzioni. I 230 vincitori, pertanto, aspettano ormai da più di due anni una chiamata per quell’assunzione che gli spetta di diritto.
Ed infatti, come ribadito a più riprese tanto dalla Giurisprudenza Civile che dalla Giurisprudenza Amministrativa, in capo ai vincitori di un concorso pubblico viene a configurarsi un vero e proprio diritto all’assunzione e l’amministratore si renderà inadempiente, e quindi contrattualmente responsabile, qualora non provveda in tal senso.

Il nostro staff ha deciso di schierarsi al fianco di coloro i quali siano risultati vincitori e che non abbiano mai ottenuto quel posto di lavoro che è loro di diritto.

Per tale ragione, stiamo predisponendo un’azione collettiva, alla quale hanno già aderito diverse persone per chiedere il risarcimento del danno derivante dalla mancata assunzione che, come già illustrato nel nostro manuale di sopravvivenza, verrà quantificato dal giudice in una somma pari al 50% delle retribuzioni non percepite.

Chi fosse interessato ad aderire potrà scaricare i moduli di adesione cliccando qui (inviandoceli entro massimo il prossimo 16 luglio) o inviarci una mail all’indirizzo [email protected] così da avere tutte le informazioni necessarie.

 

GLI INFERMIERI DEL POLICLINICO TOR VERGATA

Il caso di Roma Capitale, però, non rappresenta l’unica irregolarità palesatasi nella Regione Lazio. Lo scorso 28 giugno, infatti, è stato reso pubblico il Decreto n. U00233 con il quale sono state disposte delle nuove assunzioni per alcune aziende ospedaliere, tra le quali la Fondazione Policlinico Tor Vergata.

Ebbene, anche in questo caso, la pubblica amministrazione, sorvolando sul complesso delle disposizioni del nostro ordinamento, ha autorizzato l’assunzione di 29 Collaboratori Professionali Sanitari Infermieri tramite l’apertura di una procedura di mobilità ex art. 30 del Decreto Legislativo 165 del 2001 e mediante lo scorrimento di una graduatoria facente capo ad un diverso ente.

Il Decreto ha quindi trascurato la posizione degli oltre 100 idonei inseriti nella graduatoria, ancora vigente, risalente ad un precedente concorso, di cui al DDG n. 136 del 20 aprile 2009, per l’assunzione di n. 1 Collaboratore Professionale Sanitario Infermiere presso il Policlinico stesso.

Eppure la legge, così come la Giurisprudenza del Consiglio di Stato, è chiara nello stabilire che un ente, laddove decida di procedere con nuove assunzioni per la copertura delle proprie vacanze di organico, debba procedere in via prioritaria allo scorrimento delle proprie graduatorie e, solo successivamente, attingere da graduatorie facenti capo ad altri enti o attivare una procedura di mobilità.

Il nostro staff ha deciso, pertanto, di schierarsi a fianco degli idonei presenti in graduatoria con la presentazione di un ricorso al Tar del Lazio per l’annullamento del Decreto del Commissario ed Acta e conseguente intimazione di disporre lo scorrimento della graduatoria.

Chiunque fosse interessato alla presentazione del ricorso può chiederci informazioni inviando una mail all’indirizzo [email protected]

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here