Home Concorsi Inidoneo per massa grassa, errata valutazione: nostra vittoria al Tar!

Inidoneo per massa grassa, errata valutazione: nostra vittoria al Tar!

Era stato dichiarato inidoneo della Commissione medica per l’accertamento dei requisiti psicofisici ed era stato pertanto escluso dal Concorso per l’assunzione di 1.148 Allievi agenti della Polizia di Stato per “alterazione della composizione corporea”. Non ritenendo corretta la valutazione si è rivolto al nostro studio per ottenere la dovuta tutela. I giudici amministrativi hanno accolto le nostre tesi e riammesso il candidato alla selezione.

Per contestare il giudizio di inidoneità, il ricorrente si è recato presso una struttura sanitaria pubblica per ottenere una certificazione che attestasse la reale misurazione della massa grassa.  Ha così ottenuto una valutazione tramite bioimpedenziometria pari al 23%, compatibile con il range richiesto, tenuto conto della percentuale di adeguamento (pari al 10% rispetto al valore limite del 22% fissato nella tabella A, allegata al d.P.R. n. 207/2015, art. 3).

I giudici amministrativi hanno così richiesto una verificazione che ha confermato i risultati ottenuti successivamente alla prova di concorso. Per tale ragione, il Tar ha accolto il nostro ricorso e riammesso il ricorrente al concorso.

In molti casi, l’inidoneità ottenuta al termine di una prova e la conseguente esclusione dal prosieguo delle prove di concorso può essere contestata.

Non sempre, infatti, le valutazioni della commissione sugli accertamenti psicofisici e su quelli sanitari sono compiuti in modo legittimo. Non di rado, inoltre, le strumentazioni mediche utilizzate sono obsolete e gli esiti possono essere confutati richiedendo al giudice amministrativo la ripetizione dell’esame.

Già in passato, in precedenti concorsi, il nostro studio legale ha vinto i ricorsi, consentendo la riammissione di candidati esclusi con provvedimento di non idoneità psico-fisica, ad esempio, per eccesso di massa grassa.

Pertanto, chiunque abbia ottenuto un’inidoneità a seguito degli accertamenti psico-fisici in una procedura concorsuale e ritiene di aver subito un’errata valutazione può contattare il nostro studio inviando una mail a info@leonefell.com e il nostro staff legale ne valuterà la legittimità fornendo un parere gratuito circa l’opportunità di agire in giudizio.

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso avverso l’esclusione dalle prove fisiche e dagli accertamenti sanitari clicca qui 

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail Clicca qui e iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


4 + 1 =