Home #IOMERITO Iomerito esposto Commissione Ue: gli avvocati Leone-Fell a Bruxelles

Iomerito esposto Commissione Ue: gli avvocati Leone-Fell a Bruxelles

Iomerito esposto Commissione Ue: gli avvocati Leone-Fell a Bruxelles

ciao come d'accordo con Giosué, ecco alcuni scatti del palazzo sede della Commissione a Bruxelles. due sono sgrandangolate, le altre due raddrizzate in postproduzione. Matteo

Prosegue la campagna #Iomerito, promossa dallo studio legale Leone-Fell & Associati in collaborazione con il Munvic.

La campagna, come più volte illustrato, mira alla tutela della posizione di tutti i vincitori e degli idonei di concorso pubblico che negli ultimi anni hanno visto più volte calpestati i propri diritti dai comportamenti tenuti da numerose PP.AA.

 

Iomerito, le ragioni della campagna

Ed infatti negli ultimi anni si è assistito ad un abuso di strumenti per il reclutamento del personale, come l’indizione di nuove procedure concorsuali, a fronte di un assetto legislativo che prevede che le Pubbliche Amministrazioni, nel momento in cui decidano di procedere al reclutamento di personale, debbano attingere dalle graduatorie vigenti, mediante scorrimento delle stesse. L’emergenza, che in questi mesi si è fatta sempre più attuale, risiede nella prossima scadenza di tutte le graduatorie concorsuali. A meno di clamorosi colpi di scena, infatti, il 31 dicembre tutti gli idonei e vincitori perderanno qualsiasi diritto all’assunzione in favore di una nuova, e sbandierata, riapertura del concorsificio Italia.

Lo scorso mese vi avevamo informato sulla formulazione di un esposto alla Commissione Europea,  attraverso il quale è stata rappresentata la paradossale situazione in cui si trovano circa 200 mila idonei e vincitori di concorso pubblico, in attesa da anni di uno scorrimento della propria graduatoria per ottenere quel posto di lavoro per il quale hanno affrontato, spesso con sacrifici non indifferenti, una procedura di selezione pubblica, piazzandosi in posizione utile in graduatoria.

La beffa della scadenza delle graduatorie, oltre ad arrecare un’ingiustizia a vincitori e idonei, crea un gravissimo danno economico al Paese. Ed infatti, dinnanzi a miglia di persone già selezionate e pronte da subito all’assunzione, la politica preferisce spendere tempo e soldi in nuove selezioni. Queste le ragioni per le quali lo Studio Legale Leone-Fell ha chiesto alla Commissione Europea l’inizio di una procedura d’infrazione.

Iomerito esposto Commissione Ue, obiettivo procedura d’infrazione

27est02g01_02_01-023-kcue-u43070912058883jzh-1224x916corriere-web-sezioniSe la Commissione dovesse dar seguito alla nostra denuncia, la procedura d’infrazione permetterebbe la trasformazione delle graduatorie in scadenza in graduatorie ad esaurimento, cosicché la posizione degli idonei e vincitori di concorso resti tutelata fino all’effettivo esaurimento delle graduatorie, con consequenziale impossibilità per le amministrazioni di procedere all’indizioni di nuovi, inutili e costosi concorsi pubblici.

Iomerito esposto Commissione Ue, gli avvocati Leone e Fell in Belgio

Gli avvocati Leone e Fell si sono recati personalmente a Bruxelles, per monitorare la delicata situazione da vicino.

Nei prossimi giorni vi terremo informati sulle novità provenienti dal Belgio.

La nostra battaglia al fianco dei vincitori e degli idonei di concorso pubblico continua.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here