Home Ricorsi Medicina Medicina Generale, disparità di trattamento: ecco come ottenere 50mila euro

Medicina Generale, disparità di trattamento: ecco come ottenere 50mila euro

Medicina GeneraleMigliaia di medici in formazione in Medicina Generale subiscono una discriminazione economica rispetto ai colleghi che seguono altri corsi di Specializzazione medica. Si tratta di una differenza, in negativo, di circa 10.000 euro per anno di formazione.

La frequenza del corso di formazione in medicina generale prevede il riconoscimento di una borsa di studio di circa € 800 mensili. Mentre ai medici specializzandi è corrisposto un trattamento economico composto da una quota fissa ed una variabile. La quota fissa è pari a 22.700,00 € lordi per ciascun anno. La quota variabile è pari a 2.300,00 € annui lordi per i primi due anni di corso, 3.300,00 € annui lordi per gli anni di corso successivi.

Prima del Dpcm del 2007, il compenso era identico per tutte le Specializzazioni Mediche, compresa quella in MG. Con l’attuazione del D.lgs. n. 368/99, solo a partire dall’a.a. 2006/07, si è creata una disparita di trattamento tra i medici di Medicina Generale e quelli delle altre scuole di Specializzazione medica. La normativa di riferimento non prevede tali differenze di trattamento economico che di fatto sono contrarie al principio costituzionale di eguaglianza ed al principio comunitario di adeguata remunerazione.

Tutti i medici che hanno frequentato i corsi di formazione in Medicina Generale, negli ultimi 10 anni, possono aderire alla nostra azione legale per ottenere il rimborso delle somme non percepite, tali da ottenere un compenso uguale ai colleghi delle altre Specializzazioni. L’importo è stimato in circa 50mila euro.

Leggi anche “Borsa di studio in medicina generale: discriminante rispetto ai corsi di specializzazione”

Per ulteriori informazioni potete contattare lo studio legale inviando una mail a [email protected]

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso clicca qui

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here