Home Senza categoria Mobilità 2018/2019, anche il convivente more uxorio ha diritto alla precedenza

Mobilità 2018/2019, anche il convivente more uxorio ha diritto alla precedenza

mobilità 2018/2019

Anche il convivente more uxorio ha diritto di precedenza nei trasferimenti interprovinciali purché rivesta la qualifica di referente unico del disabile e la stabilità della convivenza risulti da certificazione anagrafica, quindi equiparabile alla figura del coniuge.

Per questo motivo, il nostro studio legale ritiene che i conviventi more uxorio abbiano medesimo diritto nel richiedere la precedenza per il trasferimento interprovinciale con domanda cartacea integrativa a quella del sistema online polis (che non consente la possibilità di far valere la precedenza).

Pertanto, tutti i docenti che sono referenti unici di disabili in situazione di gravità (ex art. 3, comma 3, della Legge 104/1992) e che per tale ragione intendono partecipare alla mobilità interprovinciale al fine di assistere siffatti familiari, potranno aderire al nostro ricorso e far valere il proprio diritto.

Il Miur, omettendo i conviventi more uxorio dagli aventi diritto di precedenza, si pone in aperto contrasto con il dato normativo rilevante, che non pone alcuna limitazione all’esercizio del diritto di cui alla L. n. 104/1992.

Anche sotto questo profilo, non ci si può esimere dal rilevare come diverse siano state le vittorie ottenute presso le competenti sedi giurisdizionali ordinarie (tra le altre, i Tribunali Ordinari di Brindisi, Cagliari, Lodi, Messina, Potenza, Ravenna, Roma, Termini Imerese, Vercelli).

Mobilità 2018/2019, assistenza e tutela

Al fine di proteggere i docenti interessati dalle illegittimità perpetrate dal MIUR, lo studio legale Leone – Fell offre tutta l’assistenza necessaria a partire dalla compilazione corretta della domanda di mobilità 2018/2019, nonché per la predisposizione degli eventuali reclami avverso le “notifiche” per il mancato riconoscimento dei servizi e/o delle precedenze fatte valere dagli stessi, nonchè, infine, per la predisposizione dei ricorsi da proporre presso le autorità giurisdizionali competenti avverso l’Ordinanza o all’esito delle procedure di mobilità.

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso clicca qui

Per ulteriori informazioni e per una consulenza gratuita invia una mail a [email protected]one.com

Per rimanere aggiornato iscriviti al nostro gruppo facebook “Scuola, Precariato e Concorsi”.

Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai, direttamente nella tua casella

newsletter
di posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali, informazioni utili su tasse e rimborsi, banche e mutui, diritti dei consumatori, scuola, sanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here