Home MOBILITÀ 2018/19 - Tutte le illegittimità

MOBILITÀ 2018/19 – Tutte le illegittimità

146
0
mobilità 2018/2019

RICORSO

Ricorso Mobilità 2018/2019

È stata pubblicata l’Ordinanza n. 207 del 2018, con cui il MIUR ha disciplinato la mobilità del personale docente ed ATA per l’anno scolastico 2018/2019 (clicca qui per l’atto originale). E anche quest’anno il nostro studio legale ha riscontrato le medesime illegittimità riscontrate nelle precedenti mobilità:

  • vincolo quinquennale sui posti di sostegno;
  • il mancato computo del servizio pre-ruolo prestato nelle scuole paritarie;
  • il mancato riconoscimento del titolo SISSIS;
  • il mancato riconoscimento del diritto alla mobilità per i docenti con figli o conviventi di persone con disabilità gravi;
  • il mancato riconoscimento del diritto all’assegnazione temporanea per i genitori con figli minori di tre anni;
  • il mancato riconoscimento della L. 104/1992 per i conviventi more uxorio.

Al fine di proteggere i docenti interessati dalle illegittimità perpetrate dal MIUR, lo studio legale Leone – Fell offre tutta l’assistenza necessaria a partire dalla compilazione corretta della domanda di mobilità 2018/2019, nonché per la predisposizione degli eventuali reclami avverso le “notifiche” per il mancato riconoscimento dei servizi e/o delle precedenze fatte valere dagli stessi, nonchè, infine, per la predisposizione dei ricorsi da proporre presso le autorità giurisdizionali competenti avverso l’Ordinanza o all’esito delle procedure di mobilità.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

  • Personale Docente delle scuole statali di ogni ordine e grado.

GIURISPRUDENZA

Il nostro studio legale ha già ottenuto diversi successi in situazioni analoghe a quelle descritte sopra.

Basti qui ricordare che la Giurisprudenza, sia ordinaria, sia amministrativa, in diverse occasioni ed anche di recente, ha accolto i nostri ricorsi  ritenendo, tra le altre, fondata la censura con cui i nostri legali avevano lamentato la violazione dell’art.33 della legge n.104 del 1992 da parte dell’O.M. 241/2016, nella parte in cui realizza una disparità di trattamento tra docenti che avevano partecipano alla mobilità provinciale e docenti che, come i nostri ricorrenti, hanno partecipato alla mobilità interprovinciale.

Ed inoltre, a titolo esemplificativo si riporta quanto statuito al proposito dal Tribunale di Messina in riferimento alla mobilità 2017/2018 rilevando espressamente che “la clausola pattizia…, nel limitare il diritto di scelta prioritaria del dipendente, che assista con continuità il genitore in stato di handicap grave, alla sola mobilità annuale, escludendolo invece nella mobilità definitiva deve ritenersi nulla, a norma dell’art. 1418 c.c., per contrasto con la norma imperativa di cui all’art. 33 co. 5 l. 5.2.1992 n. 104, e conseguentemente deve essere disapplicata, dovendo accordarsi la precedenza ai dipendenti tutelati da detta norma rispetto agli altri dipendenti in ciascuna fase delle procedure di trasferimento, con il solo limite, derivante dall’inciso “ove possibile” contenuto nella citata norma, della vacanza in organico e della materiale disponibilità del posto rivendicato”.

Al contempo, i Tribunali ordinari in funzione di Giudice del Lavoro hanno altresì riconosciuto il diritto dei docenti ricorrenti ad avere riconosciuto per intero il punteggio per il servizio prestato nelle scuole paritarie, con relative ripercussioni sul posizionamento degli stessi nelle graduatorie di mobilità.

AUTORITÀ ADITA

Ricorso al Tribunale Ordinario in funzione di Giudice del Lavoro

TERMINE DI ADESIONE

Il termine ultimo di adesione al ricorso 31 ottobre 2018

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Concorso infanzia e primaria, pubblicata bozza di decreto: diversi docenti illegittimamente...

concorso infanzia e primaria
Il concorso per la scuola primaria e dell’infanzia sarà bandito a breve, ma è già circolata la bozza del decreto che escluderebbe i diplomati magistrale...

Concorso scuola, ammessi con riserva in coda nelle graduatorie: il ricorso

graduatoria
Tanti docenti hanno partecipato al concorso Scuola 2018 con riserva, ovvero in attesa di convalida da parte del Miur del titolo abilitativo conseguito all’estero....

Concorso docenti, sarà la Corte costituzionale a decidere: nostri ricorrenti ammessi...

corte costituzionale
Sarà la Corte Costituzionale a decidere sulla questione di legittimità, inerente il Decreto Legislativo che ha dettato le regole del Concorso docenti. Il Consiglio...

Concorso docenti, tutti i nostri ricorrenti ammessi al Fit: prorogati i...

Concorso docenti
Visti gli esiti positivi della nostra azione, abbiamo prorogato i termini di adesione al ricorso al 15 ottobre. L’Autorità Giudiziaria Amministrativa ha infatti accolto...

Reinserimento in Gae: al via il ricorso urgente, adesioni fino al...

Gae
Visto il perpetrarsi dell'illegittimità, il nostro studio legale ha deciso di rivolgersi direttamente al Presidente della Repubblica proponendo un ricorso urgente a cui possono aderire ...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.