Home Test d'Ammissione Professioni sanitarie, la regola del maggior punteggio vale anche per le scelte...

Professioni sanitarie, la regola del maggior punteggio vale anche per le scelte subordinate

professioni sanitarieLa regola del maggior punteggio per l’accesso al corso di laurea vale anche per le scelte subordinate. A stabilirlo una sentenza del Tar Campania che si è espresso in ordine al bando predisposto da un ateneo per l’ammissione ai corsi di laurea triennale per le Professioni Sanitarie e, in particolare, su quella particolare disposizione dello stesso bando che, da un lato, istituiva una selezione unica con più opzioni e, dall’altro, attribuiva alla prima opzione una esclusività nella scelta della facoltà universitaria.

Secondo i giudici, tale disposizione “mostra una chiara criticità laddove confligge con le disposizioni, anche costituzionali, che privilegiano il merito e il rispetto del principio di eguaglianza nei concorsi pubblici”. Infatti, infliggendo “una sorta di decadenza (dalle opzioni successive alla prima)”, il bando “non garantisce il rispetto della graduatoria di merito originaria”. Può infatti capitare che un candidato non possa immatricolarsi in uno dei corsi previsti per Professioni sanitarie, pur avendo un punteggio alto, poiché chi aveva un punteggio più basso, a differenza sua, ha inserito tale corso tra le preferenze di prima scelta.

Con questa sentenza, il Tar ha pertanto ritenuto “illogica, e contraria ai principi di buon andamento e di meritevolezza nella garanzia dell’istruzione assicurata dallo Stato” tale disposizione “specie all’interno di sistema normativo che per le immatricolazioni a determinate facoltà universitarie impone il meccanismo del concorso pubblico”. Da qui, l’illegittimità di provvedimenti, quali quelli adottati dalla Pubblica amministrazione procedente, “caratterizzati dalla mancata utilizzazione del maggior punteggio conseguito dall’interessato rispetto agli altri candidati ammessi nel corso di laurea oggetto della scelta subordinata”.

Pertanto, chiunque abbia ottenuto un punteggio tale da potersi immatricolare in uno dei corsi di Professioni sanitarie, ma è stato superato in graduatoria da un altro candidato con punteggio più basso, può proporre ricorso e ottenere l’assegnazione e l’immatricolazione al corso.

Per maggiori informazioni invia una mail a info@leonefell.com

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


4 + 8 =