Home 250 posti profilo professionale di funzionario amministrativo

250 posti profilo professionale di funzionario amministrativo

155
0

RICORSO

Ricorso – 250 posti profilo professionale di funzionario amministrativo

Ricorso avverso la mancata ammissione alle prove scritte del concorso pubblico per 250 posti profilo professionale di funzionario amministrativo.

Nelle giornate del 18,19 e 20 settembre si sono svolte, presso la Fiera di Roma, le prove preselettive del concorso pubblico a 250 posti profilo professionale di funzionario amministrativo, Area funzionale terza, posizione economica F1, del ruolo del personale dell’Amministrazione civile dell’Interno, da destinare esclusivamente alle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale ed alla Commissione nazionale per il diritto d’asilo.

La prova si è resa necessaria in considerazione dell’elevato numero di domande, superiore a dieci volte il numero dei posti messi a concorso. Infatti, sono state presentate 54.051 domande di partecipazione a fronte dei 250 posti stabiliti dal Ministero.

A ciascun candidato sono assegnati 90 quesiti individuati dalla Commissione esaminatrice, da risolvere nel tempo massimo di un’ora. All’art. 9 il bando ha previsto che sono ammessi a sostenere le prove scritte i candidati che hanno risposto correttamente ad almeno 80 delle domande incluse nel questionario a risposta multipla (80/90).

Il bando prosegue disciplinando le prove di concorso valide al dine di selezionare i migliori candidati. Ebbene, all’art. 10 il bando ha previsto che le prove di esame consistono in due prove scritte ed in una prova orale.

Il Ministero ha deciso che accederanno alla prova orale i candidati che avranno riportato in ciascuna delle prove scritte un punteggio minimo di 70/100.

Ricapitolando, il Ministero ha previsto un punteggio maggiore per la prova preselettiva (80/90=8,8/10) rispetto al punteggio richiesto per l’ammissione alla prova orale (70/100=7/10). 

Risulta irrazionale, quindi, una soglia di  idoneità per il superamento della prova preselettiva maggiore di quella richiesta per la selezione vera e propria. Riteniamo, pertanto, che possano proporre ricorso al Tar tutti i candidati che abbiano conseguito un punteggio pari o uguale a quello previsto per l’ammissione alla fase orale.

OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE

  • Ammissione dei ricorrenti alla successiva prova scritta;

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

  • Tutti i partecipanti alla prova preselettiva che hanno ottenuto un punteggio pari o superiore a 63/90

TERMINE DI ADESIONE

I moduli di adesione dovranno pervenire presso l’indirizzo dello studio legale entro il 26 ottobre.

AUTORITÀ ADITA

  • T.A.R. del Lazio – Roma;

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

  • Collettivo: il costo per la partecipazione al ricorso è 300,00 € 

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Concorso 250 funzionari amministrativi, consegna documentazione entro il 26 ottobre

250 funzionari amministrativi
Pubblicato in Gazzetta ufficiale il diario di svolgimento delle prove scritte del concorso pubblico per 250 Funzionari amministrativi. Le prove si svolgeranno il 7 e...

Concorso 250 funzionari amministrativi, adesione al ricorso entro il 13 ottobre

Svolte le prove preselettive del concorso pubblico per 250 posti profilo professionale di funzionario amministrativo, sarà pubblicato il prossimo 13 ottobre il calendario e il relativo luogo...

Concorso 250 funzionari amministrativi, parte il ricorso

250 funzionari amministrativi
Nelle giornate del 18,19 e 20 settembre si sono svolte, presso la Fiera di Roma, le prove preselettive del concorso pubblico a 250 posti profilo...

Concorso 250 Funzionari al Ministero dell’Interno: è possibile partecipare con titoli...

Concorso 250 Funzionari al Ministero dell’Interno: è possibile partecipare con titoli diversi da quelli indicati nel bando? Il Ministero dell’Interno ha indetto un concorso pubblico...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.