Home Artigiani: CIG Covid senza obbligo di iscrizione FSBA

Artigiani: CIG Covid senza obbligo di iscrizione FSBA

RICORSO

All’indomani dell’approvazione del Decreto c.d. Cura Italia, con riferimento al comparto artigiano, è sorto un acceso dibattito sulla obbligatorietà dell’iscrizione al Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato, apparentemente necessaria ad accedere alla cassa integrazione con causale COVID-19.

Da più parti si è levata la protesta degli artigiani e della categoria dei consulenti del lavoro che, a ragione, avevano sempre ritenuto non necessaria l’iscrizione ad FSBA e EBNA.

Di contro l’Ente Bilaterale che gestisce il Fondo, pur avendo ricevuto un trasferimento di risorse pubbliche a sostegno della CIG pari a 60 milioni di euro, con diversi comunicati stampa, ha mantenuto ferma la propria posizione, affermando categoricamente che l’iscrizione è dovuta per legge.

L’arbitraria richiesta di iscrizione, che comporterebbe il sorgere dell’obbligo contributivo non solo per il futuro, ma anche per il pregresso (pari a 36 mensilità), ha di fatto paralizzato la possibilità di ottenere la cassa integrazione per migliaia di datori di lavoro che liberamente avevano deciso di non aderire ad FSBA.

LA NOSTRA VITTORIA SUL SOLE240RE

A risolvere la controversia è già intervenuto il Presidente del TAR del Lazio – Roma, sez. III quater Riccardo Savoia il quale, in accoglimento della richiesta avanzata da un artigiano difeso dallo Studio Legale Leone Fell & C., ha riconosciuto la possibilità di presentare la domanda di integrazione salariale senza previa iscrizione a FSBA e EBNA.

Nasce da questi presupposti la partnership tra lo Studio Legale Leone Fell & C. e l’Associazione Datoriale Conflavoro PMI – Confederazione Nazionale Piccole e Medie Imprese. I due soggetti hanno siglato una convenzione per promuovere e intraprendere una class action a tutela delle imprese artigiane di tutta Italia che, riferendosi da ultimo proprio a quanto stabilito dal TAR del LAzio – Roma, intendano avvalersi del proprio diritto alla richiesta dell’integrazione salariale senza preventivo vincolo alcuno verso FSBA e EBNA. Per coloro che sono già iscritti a Conflavoro o che vorranno iscriversi (gratuitamente), il costo dell’azione sarà di 150,00 euro.

ISCRITTI A FSBA

Per gli iscritti al Fondo dopo il 17 marzo 2020.

AUTORITÀ ADITA 

  • Giudice competente per gli iscritti al Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato dopo il 17 marzo 2020.

TERMINE PER ADERIRE AL RICORSO

Le adesioni dovranno pervenire presso il nostro studio (tramite invio in originale dei moduli all’indirizzo di Via della Libertà 62 – 90143 Palermo) entro il 30 giugno 2020.

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

  • Collettivo: € 150,00 (solo per i nuovi e i già iscritti a Conflavoro PMI)

Il nostro studio legale sta predisponendo un ricorso collettivo a cui possono aderire tutti coloro che, in quanto facenti parte del Comparto degli Artigiani, sono stati costretti ad iscriversi al FONDO di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato per presentare la domanda di integrazione salariale per i loro dipendenti.

Compila subito questo breve form: i nostri esperti ti daranno in poco tempo tutte le indicazioni e l’assistenza per la soluzione che cerchi!

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Monetizzazione delle ferie non godute: ok dal Consiglio di Stato

ferie non godute
È possibile ottenere la monetizzazione delle ferie non godute a patto che il mancato godimento non sia dipeso dalla volontà del lavoratore o non...

Artigiani, nuova vittoria al Tar: sì a Cassa integrazione senza obbligo...

Il Tar Lazio, ancora una volta, accoglie le ragioni degli artigiani, ordinando a Fsba (Fondo di Solidarietà Bilaterale dell'artigianato) di consentire la presentazione della...

Vfp4 escluso per procedimento penale in corso: il CdS lo riammette!

penale
Per l'immissione nel ruolo permanente (cui si accede a seguito dello svolgimento del servizio di volontario VFP4) non si possono applicare le cause di...

Artigiani, Cassa integrazione Covid-19 senza obbligo di iscrizione Fsba

Secondo le regole stabilite dal Fondo di solidarietà bilaterale dell'artigianato (Fsba), gli artigiani sarebbero stati obbligati a corrispondere le quote contributive, passate e future,...

I “riders” meritano le tutele e la disciplina del rapporto di...

Il rider è il braccio operativo delle grandi catene di consegna a domicilio. Questa tipologia di lavoro viene usualmente inquadrata nella “para-subordinazione” (una forma...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.