Home Concorso 365 funzionari INPS - Domanda errata

Concorso 365 funzionari INPS – Domanda errata

57
0

RICORSO

Concorso 365 funzionari INPS – Domanda errata

Il test somministrato ai candidati che hanno preso parte alle prove scritte del concorso per 365 funzionari Inps conteneva una domanda errata.

Pertanto chiunque abbia ottenuto un risultato vicino al superamento delle prove (che si considerano valide con un punteggio minimo di 21/30) può proporre ricorso e accedere alle fasi successive del concorso.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

  • Possono aderire al Ricorso tutti coloro che hanno ottenuto un punteggio inferiore al limite prestabilito di 0.50 nel caso in cui non abbiano risposto alla domanda incriminata o 0.55 se, invece, hanno dato una risposta errata.

GIURISPRUDENZA

  • Con tale ricorso di censura “l’errata formulazione del quesito, l’eccesso di potere per arbitrarietà e irragionevolezza manifesta dell’azione amministrativa, la violazione dei principi che devono soprassedere alla valutazione dei test a risposta multipla con codici etici e linee guida sui protocolli di adozione, in quanto la risposta somministrata come corretta («d) assegno sociale») al quesito in parola («ai cittadini italiani, residenti in Italia, che abbiano compiuto i 66 anni e 7 mesi di età, privi di reddito quale prestazione previdenziale è riconosciuta?») sarebbe palesemente errata, manifestando come il quesito stesso sia inattendibile dal punto di vista scientifico anche perché non sottoposto ad alcuna specifica procedura di analisi e validazione, con la conseguenza che o il punteggio di 0,50 per la risposta fornita considerata corretta i ricorrenti con un punteggio di poco inferiore al limite prestabilito avrebbero diritto ad essere ammessi alla prova orale”. (TAR Lazio n. 05288/2018)

OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE

  • ammissione alla successiva fase concorsuale

AUTORITÀ ADITA

TAR del Lazio – Roma

TERMINE DI ADESIONE

  • entro 60 gg dalla data di presa visione degli esiti degli scritti e comunque entro e non oltre l‘8 giugno 2018

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

Ricorso collettivo 300,00 euro

Ricorso individuale 1.500,00 euro

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Ricorso Inps per 967 consulenti protezione sociale, prorogati i termini al...

Prorogati i termini per aderire al ricorso avverso il concorso Inps per 967 consulenti della protezione sociale, nel quale era emersa la presenza di una domanda...

Concorso Abilitazione Scientifica Nazionale: il Tar riapre ai non abilitati

Abilitazione Scientifica Nazionale
Avevano partecipato all’esame di Abilitazione scientifica nazionale ma non avevano ottenuto l’idoneità in quanto la commissione aveva assegnato meno di 4 giudizi positivi su...

Tatuaggi, se non sono deturpanti non sono motivo di inidoneità

tatuaggi
I tatuaggi possono essere motivo di esclusione se - come recita l'art. 123, comma 1, lett. c) del decreto legislativo n. 443/1992 - "per...

Prove attitudinali, inidoneità contestabile se il giudizio è contraddittorio

prove attitudinali
Aveva partecipato al concorso per 320 posti di allievo vice ispettore del ruolo degli Ispettori di Polizia di Stato, superando la prova selettiva, quella scritta...

SSM 2018, ricorso per domanda errata: prorogati i termini al 15...

medico
Prorogati i termini del ricorso SSM 2018 al 15 ottobre.  Anche quest’anno infatti sono state segnalate al nostro sportello diverse irregolarità durante la selezione nazionale, svolta...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.