Home Concorso per 130 commissari di Polizia di Stato - limite d'età

Concorso per 130 commissari di Polizia di Stato – limite d’età

130 commissari

CONCORSO 130 COMMISSARI POLIZIA DI STATO

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 25 del 30 marzo 2021 il bando della Polizia di Stato per l’assunzione di 130 Commissari. Il concorso era atteso da tempo e a causa dell’emergenza Covid, la sua pubblicazione è slittata, penalizzando coloro che nel frattempo hanno superato il limite d’età previsto dal bando.

Tra i requisiti previsti c’è infatti anche il limite d’età. Possono infatti partecipare al concorso tutti i candidati fino a 30 anni non compiuti.  Tale limite è elevato, fino a un massimo di 3 anni, in relazione all’effettivo servizio militare prestato dai candidati. Per i candidati appartenenti ai ruoli dell’amministrazione civile dell’interno il limite d’età è di 35 anni non compiuti.

Secondo il nostro Studio legale, si rileva un’illegittima disparità di trattamento rispetto alle diverse categorie di personale ammesse al concorso in questione. Se per i civili il limite d’età è di 30 anni non compiuti, gli appartenenti all’amministrazione civile dell’Interno sono ammessi sino ai 35 anni non compiuti.

Qualora infatti la ratio del limite di età fosse da rinvenire nel possesso di determinate capacità fisiche particolari, non avrebbe alcun senso il minore limite di età imposto per i civili.

Per questo motivo abbiamo deciso di proporre ricorso e consentire la partecipazione anche a chi ha superato il limite d’età.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

Possono partecipare i soggetti in possesso degli ulteriori requisiti previsti dal bando che alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande abbiano un età compresa tra i 30 e i 35 anni.

PRECEDENTI

Vi sono diversi precedenti a livello europeo che hanno censurato i limiti d’età ingiustificati e sproporzionati per violazione della direttiva europea  2000/78/CE.

AUTORITÀ ADITA

Tribunale amministrativo

TERMINE DI ADESIONE

10 maggio 2021

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

  • Collettivo: € 200,00
    Un’azione legale con più ricorrenti strutturata a partire dalle irregolarità che colpiscono tutti i partecipanti al concorso (al raggiungimento di 10 adesioni)
  • Individuale: € 2.000,00 + contributo unificato di € 325,00
    Un ricorso “su misura” rispetto alla tua particolare situazione ed esigenze

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione, nonché per fissare un appuntamento telefonico con il nostri legali, invia una mail all’indirizzo [email protected] o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Riforma Brunetta e concorsi banditi, come si svolgeranno?

Concorsi Banditi
La Riforma Brunetta ha ridisegnato i confini entro cui si svolgeranno i concorsi per l’accesso alla Pubblica amministrazione, anche quelli già banditi, fino al...

CPI Campania, segnalate domande errate nella prova scritta

domande errate
Negli ultimi giorni, il nostro Studio legale ha ricevuto diverse segnalazioni di domande errate o fuorvianti presenti nella prova scritta del concorso per il potenziamento dei CPI...

Riforma Brunetta, giovani al palo

giovani
Doveva essere l'occasione per sbloccare i concorsi nella Pubblica amministrazione e permettere un ricambio generazionale, attraverso l’assunzione in tempi rapidi di nuove competenze e...

Concorsi, la Riforma Brunetta in pillole

riforma brunetta
Si è abbattuta come un fulmine a ciel sereno la riforma dei concorsi pubblici che, sulla carta, avrebbe dovuto dare il via a una...

Selezione Mibac, niente cv ma solo una breve presentazione

Mibac
Una sintetica presentazione personale, di 2500 battute spazi inclusi. Tanto è stato richiesto dal Mibac per selezionare 500 figure tra archeologi, architetti, assistenti tecnici...