Home Ricorso avverso la cartella di pagamento

Ricorso avverso la cartella di pagamento

RICORSO

Ricorso avverso la cartella di pagamento

La cartella di pagamento è l’atto che l’Agente della riscossione (Agenzia delle Entrate – Riscossione; Riscossione Sicilia) invia ai contribuenti per recuperare i crediti vantati dagli enti creditori (Agenzia delle Entrate, Inps, Comuni, ecc.).

Avverso la cartella di pagamento è possibile proporre ricorso dinanzi la Commissione Tributaria competente entro 60 giorni dalla notifica dell’atto.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

Tutti coloro che sono stati raggiunti da una cartella di pagamento.

OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE

Il ricorso mira ad ottenere l’annullamento dell’atto impugnato o la rimodulazione degli importi indicati nelle stesso.

Sono cinque gli atti potenzialmente impugnabili: cartella di pagamento, intimazione di pagamento, preavviso di iscrizione di ipoteca, preavviso di fermo di beni mobili registrati ed estratti di ruolo.

TERMINE DI ADESIONE

  • Entro 60 giorni decorrenti dal giorno in cui viene notificato l’atto.

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

Individuale.

Invia una mail a info@leonefell.com

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Responsabilità danno erariale: nostra vittoria alla Corte dei Conti!

danno erariale
La Procura regionale aveva citato in giudizio alcuni consiglieri comunali di Canicattì, postulando che venisse affermata la loro responsabilità per il danno erariale di...

Controlli fiscali 2020, fari puntati su partite Iva e crediti d’imposta

Il 2020 è alle porte e con esso arriveranno anche i nuovi controlli fiscali. Sotto la lente dell'Agenzia delle Entrate finiranno professionisti, autonomi e...

Accertamenti subito esecutivi per i tributi degli enti locali

accertamenti
Dal 1° gennaio gli accertamenti emessi dagli enti locali relativi a tributi propri ed entrate patrimoniali saranno immediatamente esecutivi; ad essi pertanto non seguirà...

Studi, ultima chiamata per il forfettario: tutte le strategie per la...

Dopo l’introduzione di alcuni limiti all’ingresso e alla permanenza nel regime fiscale agevolato per chi ha compensi fino a 65mila euro (delineato nel disegno...

Il contribuente deve giustificare ogni singolo versamento contestato dal Fisco

  A fronte della contestazione di maggiori ricavi sulla base dei versamenti riscontrati dal Fisco in sede di indagini finanziarie, il contribuente non può limitarsi...